Finanziamenti alle famiglie: Italia leader in Europa

di Gianfilippo Verbani Commenta

Nel nostro Paese tornano a crescere i finanziamenti erogati dal sistema bancario a favore delle imprese ma anche delle famiglie. A rilevarlo è l’ABI, Associazione Bancaria Italiana, nel suo Outlook Mensile del mese di gennaio del 2011, sottolineando come il nostro Paese sia tornato in pole position nell’Area Euro per quel che riguarda il tasso di crescita del credito erogato alle famiglie consumatrici. Nel dettaglio, in base ai dati consolidati dello scorso mese di novembre, i finanziamenti, che si sono attestati a 1.465 miliardi di euro, sono cresciuti del 3,6% su base annua e si sono riportati sul livello dei primi mesi dell’anno 2009; c’è quindi una netta accelerazione rispetto tra l’altro ad un tasso minimo di incremento, pari allo 0,3%, registrato e rilevato dall’Associazione Bancaria Italiana nel mese di gennaio del 2010. Inoltre, dalle prime anticipazioni sul mese di dicembre 2010 l’ABI ha altresì rilevato come la crescita tendenziale sia in ulteriore accelerazione con un +4%.

Il dato di novembre sulla crescita dei finanziamenti bancari in Italia, a favore delle famiglie e delle imprese, risulta essere sensibilmente più elevato rispetto al +1,9% di incremento medio registrato nell’Area Euro. Per i soli finanziamenti alle imprese, nello scorso mese di novembre la crescita è stata dell’1% fornendo chiari segnali di inversione di tendenza specie se confrontati con il minimo di -3,1% registrato nel gennaio del 2010.

Come sopra accennato, l’Italia spicca a novembre per i finanziamenti alle famiglie, cresciuti del 7,6% rispetto al +4,1% medio segnato nell’Area Auro. Da questo punto di vista il sistema bancario italiano batte quello tedesco, dove i finanziamenti alle famiglie nello stesso periodo sono cresciuti dello 0,3%. I valori sono più elevati anche rispetto alla Spagna con un +0,1%  ed al +5,6% della Francia. Questo risultato, in accordo con le rilevazioni dell’ABI, è frutto della robusta crescita dei finanziamenti erogati dalle banche alle famiglie italiane con la finalità di acquisto di immobili.