Mutuo prima casa: come sceglierlo con attenzione

di Gianfilippo Verbani 1


Qual è la tipologia di tasso più conveniente per stipulare un mutuo per l’acquisto della prima casa? I vantaggi e gli svantaggi in merito alla scelta del tasso fisso, o di quello variabile, sono strettamente legati non solo alle correnti condizioni di mercato, ma anche alla propria situazione economica. In ogni caso, è sempre bene confrontare tra di loro, a parità di importo richiesto per il mutuo e di tipologia di tasso, le offerte e le proposte di più banche e/o società finanziarie. Al riguardo la Banca d’Italia, nella guida “Il mutuo per la casa in parole semplici“, sottolinea come il potenziale mutuatario, prima di stipulare il finanziamento per l’acquisto della prima casa ad uso residenziale, può sempre in via preliminare consultare i siti Internet degli intermediari, i quali di norma pubblicano on line i fogli informativi e quelli comparativi dei mutui.

Questo perché, tra l’altro, tra una banca e l’altra le condizioni offerte possono variare ed anche di molto; inoltre, può essere molto utile utilizzare i siti Internet che funzionano come dei veri e propri motori di ricerca per la scelta del mutuo più adatto alle proprie esigenze. In questo modo, dopo aver analizzato online le offerte di mutuo delle banche e delle società finanziarie, si può sempre fare un salto presso lo sportello fisico dell’intermediario per ritirare allo sportello i documenti informativi e per farsi fare un preventivo, controllando in particolare che le condizioni proposte in filiale non siano peggiorative rispetto a quanto è stato rilevato su Internet.

In generale, l’attenzione di chi vuole stipulare un mutuo prima casa deve essere riposta, innanzi tutto, al Taeg, il Tasso Annuo Effettivo Globale, che individua il costo complessivo del mutuo, e che funge da parametro di confronto. Inoltre, è sempre bene controllare lo spread applicato dalla banca, tutte le voci di spesa, ed i tempi di concessione del mutuo da parte dell’istituto di credito, assicurandosi che siano compatibili con quelli, magari impellenti, legati all’acquisto dell’immobile.


Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.