Le surroghe saranno convenienti anche nel 2015?

di Gianni Puglisi Commenta

Nel secondo semestre del 2014 il 49,3 per cento delle richieste di mutui sono state relative a surroghe, così come confermato anche dall' Osservatorio di Mutuionline.


Nel corso del 2014 il mercato italiano del credito e dei mutui in particolare è stato caratterizzato da un forte incremento delle surroghe, le quali hanno permesso a molti mutuatari di ottenere condizioni migliori per quanto riguarda rate e commissioni, e quindi in sostanza di risparmiare sul loro finanziamento ipotecario.

Scendono ancora i tassi di interesse dei mutui, favorite le surroghe

Nel secondo semestre del 2014 infatti il 49,3 per cento delle richieste di mutui sono state relative a surroghe, così come confermato anche dall’ Osservatorio di Mutuionline. Rispetto allo stesso periodo del 2013 le surroghe sono aumentate del 35 per cento e in generale la domanda di mutui ha avuto un incremento del 26 per cento.

 

Aumentano le surroghe e le sostituzioni di mutuo nel 2014

Quello che si può osservare, quindi, al di là del credit crunch, della morsa del credito che caratterizza la situazione delle banche italiane nei confronti della concessione o meno del credito, il mercato immobiliare offre dei segni di dinamismo, anche se non eclatanti.

I contribuenti italiani cioè cercano oggi più che in passato soluzioni che li facciano risparmiare. Anche le banche incentivano questa possibilità di risparmiare da parte dei clienti e ad esempio nel corso dello scorso anno è ritornata ad esserci una certa convenienza nel tasso fisso. Anche in questo caso il risparmio va considerato anche prendendo in considerazione variabili macroeconomiche di tipo internazionale, come i valori di tassi i riferimento Euribor e tassi di rifinanziamento della BCE. Questi tassi sono andati via via diminuendo nel corso del periodo precedente.