Finanziamenti tasso zero post alluvione in Provincia di Lucca

di Gianfilippo Verbani 1


Arriva un’importante misura agevolativa, in Provincia di Lucca, per tutte quelle famiglie che sul territorio, lo scorso mese di dicembre, hanno subito danni a cose a seguito dell’alluvione. A darne notizia è la Provincia di Lucca nel far presente come la misura agevolativa consista nella possibilità di poter accedere a prestiti a tasso zero attraverso il sistema bancario. A tal fine è stato stanziato un plafond iniziale pari a due milioni di euro, con le famiglie che hanno subito danni che potranno contrarre il prestito agevolato e rimborsarlo con scadenza entro l’anno 2015 presentando un’autocertificazione attestante i danni subiti. Per poter ottenere il prestito le famiglie interessate nonché coinvolte nei danni causati dall’alluvione dovranno presentarsi presso le filiali degli istituti di credito aderenti all’iniziativa; il termine ultimo di presentazione della domanda per poter accedere al prestito a tasso zero è quella del 31 marzo del 2010.

L’accordo, sottoscritto giovedì scorso, vede da un lato la Provincia di Lucca, e dall’altro, con i loro rispettivi istituti di credito, il Monte dei Paschi di Siena, la Banca del Monte di Lucca e le Fondazioni Cassa di Risparmio di Lucca. I prestiti concessi hanno un tasso al 3% con copertura degli interessi a carico delle Fondazioni bancarie e della Provincia di Lucca, ragion per cui a carico della famiglia saranno a tasso zero per importi richiedibili fino a massimi 10 mila euro con rimborso in cinque anni e comunque con un minimo di tre anni.

L’autocertificazione presentata dalle famiglie sarà poi oggetto, da parte della Provincia di Lucca, delle opportune verifiche finalizzate all’accertamento del danno, presso il comune di residenza di chi ha contratto il prestito, attraverso il censimento dei danni privati e di quelli pubblici che si sono verificati il mese scorso nel territorio di riferimento. Infine, nel caso in cui il plafond iniziale di due milioni di euro dovesse risultare insufficiente, le parti che hanno sottoscritto l’accordo per i prestiti a tasso zero si impegneranno a valutare altre misure a sostegno delle famiglie.


Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.