Finanziamenti PMI: credito più veloce nel Friuli Venezia Giulia

di Gianfilippo Verbani Commenta

Nella Regione Friuli Venezia Giulia l’accesso al credito a favore delle micro imprese e delle piccole imprese sarà in futuro più trasparente e più veloce nell’erogazione dei finanziamenti grazie ad un accordo siglato da un lato dalla Commissione regionale dell’Associazione Bancaria Italiana (ABI), e dall’altro dalle Associazioni di categoria delle imprese, ed in particolare dalla Confartigianato, Confcommercio, Confapi, Confcooperative, Legacooperative e Confindustria. Trattasi, nello specifico, di un accordo, unico nel suo genere in Italia, che non punta ad incidere sul libero mercato dell’accesso al credito, ma mira a promuovere in via volontaria l’adozione di processi che permettano di accelerare le pratiche nella concessione dei finanziamenti. Le banche aderenti, quindi, si impegneranno nella regione a rendere le procedure più veloci e più trasparenti, mentre le sedi regionali delle Associazioni di categoria che hanno siglato l’accordo si occuperanno di dare massima diffusione dell’iniziativa alle micro imprese ed alle piccole imprese associate.

Periodicamente, l’Associazione Bancaria Italiana si occuperà di comunicare ed aggiornare sia l’elenco delle banche che parteciperanno a questa “sperimentazione” sul territorio regionale, sia i dati sulle misurazioni effettuate anche attraverso la pubblicazione sul sito Internet del Consorzio Pattichiari. In questo modo, aumenteranno le dinamiche concorrenziali tra le banche in materia di tempi di risposta per le richieste di finanziamenti da parte delle PMI, ed i potenziali beneficiari, potendo conoscere i dati sulle misurazioni, potranno scegliere l’istituto di credito dove ottenere il finanziamento sarà più semplice, rapido e trasparente.

Il protocollo d’intesa stipulato tra le parti ha carattere temporaneo ed una validità fino al 31 dicembre del 2011; uno dei punti dell’accordo prevede, al fine di garantire massima trasparenza e tempi certi, che le banche, per ogni richiesta di affidamento da parte delle PMI, corredata dalla documentazione completa e necessaria, debbano rilasciare all’impresa richiedente una ricevuta che sia sottoscritta dalla banca stessa, e che riporti la data di ricezione.