Finanziamenti Comune di Genova per cultura e spettacolo

di Gianfilippo Verbani 1

Scade il prossimo 30 settembre 2009 nel Comune di Genova un bando per la concessione di una seconda tranche finanziamenti, sotto forma di contributi, nell’ambito delle attività di cultura e spettacolo; sono ammessi sia i soggetti pubblici, sia i privati che organizzeranno attività culturali e di spettacolo che contribuiscano alla valorizzazione del territorio entro il 2009 e comunque entro e non oltre sei mesi dall’assegnazione del contributo stesso. I progetti, con esclusione di quelli a carattere teatrale, dovranno riguardare o le attività culturali ed artistiche, oppure quelle di spettacolo e di promozione; una quota del 20% dei contributi stanziati dal Comune di Genova, anche in tranche successive, è riservata a quei progetti che saranno presentati da soggetti, siano essi pubblici o privati, che non hanno percepito negli ultimi tre anni contributi comunali.

La domanda, la cui modulistica è presente sul sito Internet del Comune di Genova, dovrà essere corredata delle dichiarazioni di impegno a condividere la programmazione dei progetti con l’Amministrazione comunale unitamente alle dichiarazioni di conformità in materia di sicurezza, accesso ai disabili ed obblighi assicurativi. La valutazione dei progetti, effettuata da una Commissione, e finalizzata all’assegnazione dei contributi, terrà conto della rispondenza del progetto stesso con gli obiettivi dell’Amministrazione, della qualità e della fattibilità dell’iniziativa unitamente all’estensione ed alla tipologia del pubblico interessato.

Il contributo massimo erogabile per singolo progetto non potrà superare i 20 mila euro, oppure i 25 mila euro nel caso di stanziamento di risorse aggiuntive per i contributi da parte del Comune di Genova. Il soggetto pubblico o privato percettore del contributo, nel rispetto del bando, avrà poi piena autonomia nella realizzazione del progetto; i contributi potranno essere erogati per il 50% subito, mentre l’altro 50% sarà assegnato dopo la realizzazione e la messa in atto del progetto, e comunque a seguito della presentazione di una dettagliata rendicontazione.

Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.