Simplia, Deutsche Bank sbarca nel mercato delle carte prepagate ricaricabili

di Gianni Puglisi 3


Forte di una situazione internazionale che la vede tra gli istituti di credito vincitori nella partita del posizionamento strategico, nonostante sia parecchio esposta sul mercato ellenico e sostanzialmente ovunque vi siano in Europa focolai di crisi economica, Deutsche Bank lancia in Italia un nuovo strumento di pagamento che vuole essere “testa di ponte” per sfondare anche nel mercato del Bel Paese: è Simplia, la prima carta prepagata e ricaricabile targata Deutsche Bank. Un nome che rimanda al concetto di semplicità, perché tale è l’utilizzo del prodotto in oggetto e tali sono anche le sue modalità di ricarica, anche a fronte del fatto che i costi di gestione sono davvero esigui.

Lasciamo la parola a Orlando Renisi, responsabile di Deutsche Credit Card, per la presentazione di Simplia e delle dinamiche di mercato che hanno convinto l’istituto di credito teutonico a lanciarsi nella mischia con tanta e tale convinzione: ”Questo nuovo prodotto nasce sia dalla volontà di completare la nostra gamma di offerta consumer, sia di rispondere in modo sempre più puntuale alle esigenze di nuovi target di riferimento. Pensiamo, in particolare, ai giovani e a tutti coloro che necessitano di uno strumento di pagamento comodo, versatile e sicuro per gestire le proprie spese. Siamo fiduciosi che Simplia ci permetterà di svilupparci in un nuovo mercato, quello delle prepagate, fortemente in espansione con oltre 9 milioni di carte in circolazione e una crescita del 12% anno su anno”.

In effetti, le caratteristiche rendono Simplia altamente competitiva: anzitutto, il costo di attivazione di 5 euro può essere considerato come una spesa di 1 euro all’anno, dacché la validità del prodotto è quinquennale; dunque, il fatto che a richiedere la carta possano essere sia i titolari di altre carte della linea Deutsche Credit Card che altri individui, anche non titolari neppure di conto corrente. Questo apre la proposta alla platea dei giovani, anche minorenni purché abbiano compiuto 15 anni. Non c’è neppure un limite al numero di ricariche, a patto che siano di minimo 50 e massimo 3mila euro cadauna. Simplia rende possibili pagamenti su circuito Visa sia in Italia che in Europa.


Commenti (3)

  1. Non mi sembra che “i costi di gestione sono davvero esigui”. Si è considerato solo il costo iniziale di attivazione di 5 euro per 5 anni.
    La ricarica in contanti costa 3 euro, un prelievo ATM (bancomat) costa 2 euro.
    La carta PostePay è decisamente più economica.

I commenti sono disabilitati.