Findomestic: prestito, come funziona

di Gianni Puglisi 2


Con Findomestic è possibile ottenere un prestito standosene comodamente seduti in salotto. Dal sito Internet è infatti possibile calcolare on line il proprio preventivo ed avere subito un’idea, anche facendo più simulazioni, dell’ammontare delle rate da rimborsare, del numero delle rate, del tasso di interesse applicato e delle eventuali spese accessorie. Findomestic nella fase di preventivo permette inoltre di associare al prestito una copertura assicurativa che mette al riparo da ogni imprevisto durante tutto il periodo di pagamento delle rate. Trattandosi di credito al consumo, Findomestic on line richiede nella fase di preventivo la finalità per la quale si richiede il prestito; ebbene, Findomestic finanzia praticamente tutti i progetti dei consumatori e delle famiglie: dagli autoveicoli agli elettrodomestici passando per i lavori di ristrutturazione, mobili, elettronica di consumo, viaggi e tanto altro.

Una volta scelto nel calcolatore on line la categoria del bene o del servizio da finanziare, ed il suo costo indicativo, occorre inserire l’importo da finanziare che può essere uguale o inferiore, in base alle proprie disponibilità economiche, al prezzo del bene o del servizio da acquistare. A questo punto basta decidere se si vuole aderire alla copertura assicurativa e quante rate devono essere associate al prestito. Findomestic offre attualmente l’opportunità di poter contrarre un prestito con durata minima di sei e massima di 84 mesi.

Ad esempio, è stata fatta la seguente simulazione: per una camera da letto che costa 10 mila euro, è stato calcolata on line la rata del prestito per un finanziamento di pari importo con rate per 84 mesi e copertura assicurativa. Ebbene, al momento con Findomestic il prestito è ottenibile pagando 84 rate da 170,10 euro al mese con Tasso annuo nominale (Tan) al 9,26% e Taeg (Tasso annuo effettivo globale) al 9,66%. A questo punto, il finanziamento è ottenibile semplicemente con un click dopo aver dato il consenso al trattamento dei dati personali e dopo aver inserito i propri dati anagrafici, quelli di un documento di riconoscimento, e quelli di reddito.


Commenti (2)

I commenti sono disabilitati.