Provincia di Parma: finanziamenti a tasso zero per l’energia pulita

di Gianfilippo Verbani 2


La Provincia di Parma ha reso noto d’aver rinnovato, con la Banca Monte Parma, un’importante convenzione finalizzata ad incentivare sul territorio la produzione e l’utilizzo dell’energia pulita per garantire e garantirsi un futuro sostenibile. La misura, in particolare, prevede la concessione, da parte della Banca Monte Parma, di finanziamenti fino a cinquemila euro a tasso zero, rimborsabili in un periodo pari a ben cinque anni, con la finalità di sostituire la vecchia caldaia con una ad elevato rendimento, oppure per installare pannelli solari termici per la produzione di acqua calda. Gli interessi sul prestito sono zero in quanto sono a carico della Provincia di Parma che al riguardo ha stanziato un budget pari a 100 mila euro; del finanziamento, che ha procedure semplificate e veloci di accesso, possono beneficiarne sia gli inquilini, sia i proprietari di immobili e comunque soggetti che sul territorio provinciale hanno disponibilità di immobili.

La convenzione tra la Provincia di Parma e la Banca Monte Parma giunge così al suo terzo anno dopo che sono stati finanziati in un periodo pari a diciotto mesi ben 270 interventi che hanno generato investimenti pari a 1,25 milioni di euro a fronte di un costo per la Provincia pari ad appena un decimo a copertura degli interessi, ovverosia 125 mila euro.

A fronte dei costi sostenuti, ampi sono stati i vantaggi in termini di risparmio ambientale specie in quegli immobili dove al posto dello scaldabagno elettrico s’è iniziato a far uso dei pannelli solari termici; lo stesso dicasi chiaramente nel caso in cui alla vecchia caldaia a gasolio è stata sostituita quella di nuova generazione ad elevato rendimento. Nell’ambito di progetti ancor più ampi, intanto, Giancarlo Castellani, assessore all’Ambiente della Provincia di Parma, ha reso noto che entro la primavera approderà in Consiglio il Piano provinciale per lo sviluppo delle fonti rinnovabili al fine di approvarlo e adottarlo.


Commenti (2)

I commenti sono disabilitati.