Vertice Ecofin a pochi giorni dall’unione bancaria

di Gianfilippo Verbani Commenta


Si è riunito pochi giorni fa l’ultimo Consiglio dei Ministri Ecofin, che in questo momento sono a lavoro per pronunciarsi in via definitiva sull’unione bancaria, che porterà le banche e gli istituti di credito dell’Unione Europea a rispondere a regole comuni sotto numerosi aspetti che riguardano il settore. 

Si riduce la leva finanziaria delle banche italiane

L’ultimo vertice Ecofin, tuttavia, si è aggiornato alla prossima settimana, nonostante fosse già attesa la presentazione del dossier ultimo, per la necessità di definire ancora alcuni dettagli tecnici. Ci sarà quindi un nuovo Eurogruppo e una serie di incontri all’inizio della prossima settimana. Al termine della riunione il Ministro dell’Economia e delle Finanze Fabrizio Saccomanni, tuttavia, ha spiegato che è stato raggiunto almeno un accordo sugli elementi essenziali del cosiddetto fallimento ordinato, che all’interno del processo dell’unione bancaria costituisce una sorta di secondo pilastro.

Mario Draghi parla degli strumenti per agire sul sistema bancario

Dovranno però essere discussi ancora alcuni dettagli tecnici e giuridici prima che il pacchetto di misure possa essere presentato all’esame dei Capi di stato e al Consiglio europeo.

Nel corso delle ultime riunioni è stato messo a punto il meccanismo di risoluzione bancaria, un processo piuttosto complicato, sul quale si è poi trovato un accordo anche con la Germania attraverso una progressiva mutualizzazione del fondo. Il fondo unico, infatti, diventerà tale in maniera progressiva, proprio come desiderava Berlino, ma diventerà anche un fondo comune assistito da meccanismi di paracadute finanziari.

Nei prossimi giorni tutti questi punti daranno messi nero su bianco per formare un testo legale completo.