Prestiti PMI a condizioni migliori con l’accordo BEI-Confindustria-ABI

di Gianfilippo Verbani 3


Potrebbero presto avere fine le difficoltà delle piccole e medie imprese italiane nell’accesso al credito. La BEI, Banca Europea per gli Investimenti, l’ABI, Associazione Bancaria Italiana, e la Confindustria hanno infatti unito le forze nell’ambito della messa a punto di un piano anticrisi a sostegno delle PMI e per i progetti di ricerca, sviluppo ed innovazione. Un gruppo di lavoro congiunto tra le tre istituzioni avrà il compito di monitorare lo stato di avanzamento di tutta una serie di iniziative che spaziano dalla diffusione degli strumenti offerti dalla Banca Europea per gli Investimenti per le semplificazioni nell’accesso ai prestiti, alle condizioni migliori, al sostegno degli investimenti destinati alle grandi imprese e passando per un’azione di stimolo nell’utilizzo dei fondi che la stessa BEI concede alle banche intermediarie per la concessione di prestiti e di finanziamenti alle aziende.

L’obiettivo della triplice intesa, sottoscritta in presenza di Giulio Tremonti, Ministro dell’Economia e delle Finanze, è anche quello, come accennato, di dare supporto alle attività ed ai progetti di ricerca, sviluppo ed innovazione (RIS) implementati sia dalle imprese pubbliche, sia da quelle private. Emma Marcegaglia, Presidente di Confindustria, ha sottolineato come l’accordo rientri nell’ambito di quelle iniziative finalizzate a fare in modo che le imprese italiane abbiano più strumenti a disposizione non solo per fronteggiare o sopravvivere alla crisi, ma anche per superarla uscendo più forti e competitivi dalle difficoltà.

Allo stesso modo, Corrado Faissola, Presidente dell’Associazione Bancaria Italiana, ha messo in evidenza come le condizioni favorevoli di provvista offerte dalla Banca Europea per gli Investimenti permetteranno alle banche di recitare la propria parte nell’aumentare lo stock di finanziamenti ed offrendo condizioni di accesso al credito migliori, in particolare, alle imprese innovative che rappresentano e rappresenteranno l’asse portante per lo sviluppo e la crescita dell’Italia nei prossimi anni.


Commenti (3)

I commenti sono disabilitati.