L’andamento del mercato del credito a marzo 2014 secondo Bankitalia

di Gianni Puglisi Commenta

La Banca d' Italia ha pubblicato il nuovo bollettino statistico che mostra l' andamento del mercato del credito italiano, da cui emerge almeno una prima inversione di tendenza per il mese di marzo 2014.


 Si attenua la stretta del credito per le famiglie italiane e anche i tassi di interesse mostrano una tendenza in discesa, così come le sofferenze bancarie. La Banca d’ Italia ha infatti pubblicato il nuovo bollettino che mostra l’ andamento del mercato del credito italiano, da cui emerge almeno una prima inversione di tendenza per il mese di marzo 2014.

>  Rallentano le sofferenze e si procede verso la ripresa per Bankitalia

Nel corso del terzo mese dell’ anno infatti i prestiti hanno mostrato una contrazione su base annua pari solo al 3,3 per cento, e andando più nello specifico quelli per le famiglie hanno perso un 1,1 per cento, mentre quelli per le società non finanziarie sono scesi del 4,4 per cento. I dati del mese precedente invece, febbraio 2014, erano stati negativi rispettivamente per un 3,6 per cento, un 1,2 per cento e un 5,1 per cento.

Il mercato italiano del credito è in ripresa nel I trimestre 2014 secondo Bankitalia

Buone notizie arrivano anche dal fronte delle sofferenze bancarie per il mese di marzo 2014. A marzo il loro numero è stato pari al 23 per cento dei finanziamenti attivi, mentre lo stesso dato a febbraio era stato pari ad un 24,3 per cento.

Nel terzo mese dell’ anno hanno poi avuto una piccola frenata anche i depositi bancari, cresciuti nel settore privato solo dell’ 1,6 per cento mentre nel mese precedente la crescita era stata dell’  1,8 per cento. Per quanto riguarda invece la raccolta delle obbligazioni, all’interno della quale è possibile includere anche le obbligazioni detenute dal sistema bancario, ha avuto una diminuzione sui dodici mesi del 10,6 per cento, mentre a febbraio 2013 la diminuzione era stata solo del 9,2 per cento.