In Italia i premi RC auto restano sempre più alti della media europea

di Gianni Puglisi Commenta

Il Italia solo il 5 per cento degli assicurati paga un premio assicurativo RCA pari a quello delle medie europee, mentre il 95 per cento paga in media una cifra pari al doppio.


 I premi delle assicurazioni auto italiane raggiungono in genere una media di 500 euro, pari a circa il doppio di quella che viene normalmente pagata in Europa. In Italia è il 95 per cento degli assicurati titolari di una polizza RCA ad avere un tale premio assicurativo annuo, mentre solo il 5 per cento dei connazionali può dire di essere in linea con le medie europee, pagando una cifra pari a circa 250 euro. 

Quixa, l’assicurazione on line con una serie di opzioni personalizzabili

E queste cifre si possono rilevare nonostante nel primo trimestre del 2014 si sia verificato un calo delle tariffe RCA pari al 3,8 per cento rispetto al passato. Sono tali i dati rilevati dall’IVASS, l’Istituto per la Vigilanza sulle imprese di Assicurazione nel corso dell’assemblea annuale, nel corso della quale sono stati presentati i risultati di una ricerca compiuta su una parte degli automobilisti italiani nel primo trimestre dell’anno.

Arag Multioption – opzione salute, la polizza di tutela legale per proteggere la propria salute

Dalla ricerca è emerso anche che il mondo assicurativo italiano nel settore RCA soffre in generale per una mancanza di concorrenza. I primo cinque grandi gruppi assicurativi italiani, infatti, detengono il 70 per cento del mercato, cosa che non incrementa un meccanismo di competitività e dinamica dei prezzi.

Nel mondo bancario, invece, a differenza del settore assicurativo, c’è una maggiore concorrenza. Il problema del caro tariffe quindi in Italia, anche se leggermente attenuatosi, non è stato ancora completamente risolto.

Nel corso del 2014, inoltre, si sono registrati in Italia meno sinistri che in passato, anche se in generale il costo medio è stato più elevato.