Il Tesoro comunica il rendimento minimo dei nuovi Btp Italia

di Gianfilippo Verbani Commenta

Come abbiamo comunicato anche in alcuni post pubblicati in precedenza, prende il via oggi, martedì 5 Novembre, l’atteso collocamento dei nuovi Btp Italia, i nuovi titoli di stati indicizzati all’inflazione. E nelle ore passate il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha anche annunciato, come promesso, il rendimento minimo garantito. 

>  Le caratteristiche dei nuovi Btp Italia

Il Dipartimento del Tesoro ha infatti reso noto in una comunicazione, nella giornata di ieri, che i nuovi titoli italiani, indicizzati all’inflazione italiana, saranno emessi in questi giorni con un tasso cedolare (reale) annuo minimo garantito pari al 2,15%. I nuovi titoli di Stato si confermano, quindi, come un prodotto di investimento sicuro e con un rendimento minimo garantito.

> A breve la vendita dei nuovi Btp Italia

Il Dipartimento del Tesoro ha anche annunciato i dettagli delle cedole che verranno collocate, che avranno un godimento che partirà il 12 novembre 2013 e una scadenza fissata il 12 novembre 2017. Dunque una durata di quattro anni per coloro che vorranno mantenere il titolo sino alla fine. I nuovi Btp Italia, inoltre, come ricordato anche in passato, riservano anche un bonus fedeltà per gli investitori che non venderanno le cedole prima della scadenza effettiva.

L’opzione della vendita dei titoli, tuttavia, resta comunque esercitabile, alle stesse condizioni che interessano anche altri titoli di stato.

Per quanto riguarda poi il collocamento, l’emissione verrà effettua dal 5 all’8 novembre 2013, salvo chiusura anticipata in caso di vendite eccessive, attraverso la raccolta di ordini d’acquisto sul Mot per mezzo di Bnp Paribas (Banca Nazionale del Lavoro) e Monte dei Paschi di Siena Capital Services Banca per le imprese.