Embraco licenziamenti sospesi

di Daniele Pace Commenta

EmbracoSono stati congelati i licenziamenti previsti con la vertenza Embraco per la fine di marzo ai lavoratori, ai quali sarà garantito lo stipendio per l’intero anno corrente. A confermare ciò è stato Carlo Calenda Ministro dello sviluppo economico.

Il piano industriale

La sospensione dei licenziamenti è avvenuta per garantire la reindustrializzazione su cui sia Embraco e Whirpool si impegneranno ancora economicamente. I dipendenti percepiranno lo stipendio e non vi sarà la diminuzione delle ore di lavoro.

I primi segnali sono comparsi stamani dalle affermazioni di Lino La Mendola sindacalista Fion della sede di Torino, con la conferma del congelamento delle lettere di licenziamento per il 2018. La copertura del salario dovrebbe essere piena per l’intero anno, e ribadisce inoltre nelle speranze di una soluzione entro il 1 gennaio 2019.

Inoltre ha dichiarato che se non vi sarà una soluzione in maniera tale che nessun lavoratore venga cacciato via, loro i licenziamenti non li firmeranno. Sulla stessa linea anche Domenico Arcuri che ha dichiarato ugualmente il congelamento dei licenziamenti e la chiusura in positivo della trattativa.

Alla base vi è un accordo che verte sull’assenza della perdita dei posti di lavoro grazie all’apporto dell’azienda ed al fondo di contrasto alla delocalizzazione.