Mutuo Bello Basso del Credem: la promozione continua

di Fil 4

Continua in materia di mutui, da parte del Credem, il Gruppo Bancario Credito Emiliano, la promozione “Bello Basso”, il finanziamento immobiliare che offre uno degli spread più bassi promossi nel panorama bancario Italiano. La commissione fissa del “Mutuo Bello Basso” del Credem, infatti, parte dallo 0,95% potendo andare a stipulare un mutuo che da un lato offre le necessarie coperture assicurative per dormire sonni tranquilli in caso di eventi ed imprevisti negativi di natura temporanea o definitiva, e dall’altro può permettere di sfruttare gli attuali vantaggi del tasso variabile. Nel dettaglio, con il Credem è possibile acquistare la casa con un mutuo avente uno spread pari allo 0,95% a patto che il finanziamento immobiliare ipotecario non sia superiore ai 200 mila euro, e che la durata non vada a superare i 20 anni; in caso di sforamento di uno di questi parametri, le condizioni contrattuali applicate saranno invece diverse e visionabili nei Fogli informativi.

Lo spread allo 0,95% viene proposto sul mutuo a fronte dell’indicizzazione del finanziamento al tasso euribor con scadenza a tre mesi, e della stipula della copertura assicurativa ramo vita più ramo danni per una durata pari a minimo dieci anni con importi assicurati pari a quelli del mutuo. La promozione “Bello Basso” del Credem, attiva già da diversi mesi, è stata prorogata ed è valida per i mutui richiesti, salvo ulteriori proroghe, fino e non oltre il 30 settembre di quest’anno.

Per quel che riguarda le coperture assicurative, oltre al mutuo il cliente che aderisce alla promozione “Bello Basso” va a stipulare contestualmente il prodotto “Polizza Protezione Mutuo” di Credemassicurazioni S.p.A., una compagnia assicurativa che risulta essere controllata dal Credito Emiliano, da Società Reale Mutua di Assicurazione e da Credemvita S.p.A.. Con “Bello Basso” del Credem è possibile ottenere fino all’80% del valore dell’immobile a fronte del rispetto del massimale concedibile di 200 mila euro al fine di poter beneficiare dello spread basso.

Commenti (4)

I commenti sono disabilitati.