Home e Mobile banking, conviene gestire online il proprio conto corrente?

di Sofia Martini Commenta

Secondo l'Abi è in atto una vera e propria rivoluzione nel rapporto banca-clienti.

Il 55% degli italiani non ha dubbi e opta per un conto corrente online per ragioni di comodità, velocità e (naturalmente) di risparmio. E’ la metà dei correntisti ad effettuare 2 operazioni su 3 via webe a propendere per soluzioni telematiche piuttosto che recarsi in filiale, perché la convenienza inizia già dall’apertura del conto: senza spese e in un semplice click.

conto corrente

Secondo Abi è in atto una vera e propria rivoluzione nel rapporto banca-clienti: gli italiani preferiscono un conto corrente online al conto tradizionale. I motivi sono diversi ma possono riassumersi in 4 punti:

  • apri un conto a zero spese di apertura e gestione in un click;
  • il trasferimento somme e la ridomiciliazione avviene in breve tempo a cura della banca;
  • non devi recarti in filiale: sfrutti i servizi di Home e Mobile Banking;
  • i nuovi clienti ricevono buoni carburante e coupon da spendere negli shop online;

Il miglior modo per trovare il conto corrente standard, giovani, business o pensionati che fa per te è utilizzare il nostro motore di ricerca.

Metà dei correntisti italiani opera online e apprezza tutti i canali di contatto, dai social network aiservizi di Home e Mobile Banking. Perché recarsi in filiale se la banca è a portata di mano? Oggi ogni bonifico o addebito, il controllo del saldo contabile e disponibile è sempre con te grazie a funzionali APP smartphone e tablet e alle utilissime chiavette con password monouso. 16 milioni di persone compiono 2 operazioni su 3 sul web: il 9% in più rispetto allo scorso anno.

Contrariamente a ciò che si pensa, non sono solo i giovani a cercare i conti correnti online, perché il 35% dei clienti di età compresa fra 55 e 75 anni ha scelto di instaurare con la banca un comodo rapporto telematico. E’ l’addio agli sportelli fisici e alla filiale? Non esattamente.

Per le operazioni più complesse gli italiani continuano a cercare il contatto diretto con un consulente, che tuttavia nelle banche online non manca mai. Dall’indagine di Abi e GfK emerge che l’81% dei correntisti dialoga con la banca da remoto e si affida al conto corrente online per compiere tutte le operazioni di gestione quotidiana delle proprie finanze. In media ci si reca in agenzia 13 volte l’anno, ma il dato è in calo.

Le soluzioni più apprezzate comunque, sono l’Home e il Mobile Banking.