Conto deposito, quando vengono corrisposti gli interessi?

di Sofia Martini Commenta

Anticipo, trimestrale, fine vincolo. Le possibilità offerte dalle banche e le proposte più convenienti.

Nel momento in cui si decide di aprire un conto deposito per incrementare i risparmi è giusto anche valutare secondo quali modalità e tempistiche il rendimento verrà effettivamente messo a disposizione.

banche

In molti casi gli interessi maturati vengono corrisposti solo alla scadenza del vincolo, sommati quindi all’importo che si era investito e che torna ad essere disponibile. Si parla di interessi anticipati se e solo se la banca sceglie di calcolare anticipatamente il rendimento e versarlo sul conto del cliente direttamente in fase di apertura del conto deposito. Una terza possibilità si ha con le soluzioni che contemplano cedole trimestrali o semestrali, per cui gli interessi sono versati secondo scadenze intermedie prestabilite da contratto.

IBL Banca popone ai clienti due opzioni di conto deposito vincolato, a scadenza oppure a interessi trimestrali. ContoSuIBL Vincolato consente di depositare fino a un milione di euro e ottenere un rendimento del 2% lordo annuo sugli importi vincolati 24 mesi. La sottoscrizione richiede di essere titolare presso la banca di un conto deposito libero, senza vincoli. ContoSuIBL Libero garantisce l’1,25% lordo annuo sulle somme in giacenza, senza spese di gestione. L’altra soluzione di deposito offerta contempla cedole trimestrali e la possibilità di vincolare i risparmi per un periodo più lungo, fino a 36 mesi. Il rendimento a 36 mesi è pari al 2,25% lordo annuo. È sempre possibile scegliere vincoli di durata inferiore: 24, 18, 12, 6 o 3 mesi. Il deposito è coperto dal Fondo Interbancario di Tutela fino a 100.000 euro per singolo intestatario del conto.

CheBanca! offre invece un conto deposito a interessi anticipati, per somme vincolate 3, 6 o 12 mesi. Fino al 15 aprile la nuova liquidità vincolata a 3 mesi beneficia di interessi promozionali fissati al 2% lordo annuo. Le spese di gestione sono azzerate, l’importo minimo vincolabile è di 100 euro, massimo 3 milioni di euro.