Conto corrente BancoPosta Click al 2% anche nel 2011

di Fil 1

Anche nel 2011 la remunerazione delle giacenze presenti sul conto corrente BancoPosta Click sarà al 2% annuo lordo. A darne notizia è stato il Gruppo Poste Italiane attraverso il sito Internet associato al prodotto che, quindi, continuerà ad essere da un lato un conto corrente a zero costi fissi, e con operatività online, e dall’altro uno strumento di remunerazione della liquidità al 2% annuo lordo per gli importi eccedenti 3.000 euro e fino a ben un milione di euro. Per fruire di tale tasso non ci sono vincoli ragion per cui gli interessi maturano giornalmente ed i fondi sono comunque sempre disponibili per poter effettuare sul conto corrente BancoPosta Click qualsiasi operazione. Al fine di poter continuare a beneficiare al massimo del rendimento offerto in promozione per tutto il 2011, il Gruppo Poste Italiane consiglia tra l’altro di andare ad accentrare sul conto corrente BancoPosta Click tutti gli accrediti ed i versamenti che magari in questo momento arrivano in altri conti correnti bancari.

Per far aumentare le somme in giacenza su BancoPosta Click, inoltre, si può chiedere l’accredito della pensione o dello stipendio, e si possono altresì trasferire i depositi presenti in altri conti correnti bancari con un semplice bonifico. Il tutto fermo restando, come sopra accennato, che mentre i soldi fruttano con il Conto Corrente BancoPosta Click si possono effettuare tutte le classiche operazioni bancarie oltre, tra l’altro, al pagamento dei bollettini postali ed alle ricariche online per il telefono cellulare.

Intanto, sempre a favore degli utilizzatori nonché correntisti di BancoPosta Click, Poste Italiane ha rinnovato un’altra promozione che riguarda in particolare l’utilizzo delle carte Postepay. Nel dettaglio, fino al 31 dicembre di quest’anno le ricariche online della carta Postepay effettuate con il conto corrente BancoPosta Click continuano ad essere gratuite; e se il conto corrente BancoPosta Click è cointestato, la promozione è valida per entrambi i correntisti.

Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.