Ultime novità sul prestito vitalizio ipotecario

di Gianni Puglisi Commenta

Il prestito vitalizio ipotecario è comunemente conosciuto anche come mutuo inverso, in quanto si tratta di una tipologia di finanziamento a luogo termine rivolta ai proprietari di immobili.


 Nel mese di luglio scorso è stato per la prima volta approvato un provvedimento che regolamenta il contratto di prestito vitalizio ipotecario, una forma innovativa di finanziamento basato sulla vendita della nuda proprietà del proprio immobile quando non si ha più la necessità della piena proprietà di una casa o di un appartamento. Dopo essere stato approvato dalla Camera dei Deputati nell’estate scorsa, ora questa proposta ha ottenuto la conferma anche da parte della Commissione Finanze del Senato. 

Le somme finanziabili con il nuovo prestito vitalizio ipotecario

La Commissione Finanze del Senato ha quindi apportato modifiche al provvedimento approvato nel mese di luglio scorso a proposito del prestito vitalizio ipotecario in mondo da incontrare le esigenze delle associazioni dei consumatori e degli istituti bancari, i quali chiedono di poter offrire un nuovo servizio ai loro clienti.

Il prestito vitalizio ipotecario è comunemente conosciuto anche come mutuo inverso, in quanto si tratta di una tipologia di finanziamento a luogo termine grazie al quale i proprietari di immobili possono possono utilizzare gli stessi come garanzia al rimedio di ottenere una erogazione di liquidità aggiuntiva.

 

>  Le tasse e le clausole contrattuali del nuovo prestito vitalizio ipotecario

In virtù delle sud particolari caratteristiche il prestito vitalizio ipotecario si rivolge a clienti che hanno più di 65 anni di età o meglio 60 anni nel testo di legge ora modificato, che sono alla ricerca di una somma di denaro che sarà garantita dalla sottoscrizione di una ipoteca. In questo tipo di erogazione la somma ricevuta in prestito dalla banca può oscillare tra il 18 per cento e il 40 per cento del valore dell’ immobile offerto come garanzia, in base alle necessità del richiedente e alle sud aspettative di vita.