Rc auto: ennesima raffica di aumenti

di Gianfilippo Verbani 1


Continuano a salire, anno dopo anno, senza sosta, i premi Rc auto. Crisi o non crisi, assicurare la macchina, ogni anno a scadenza di contratto, diventa sempre più un lusso per molti visto che nel 2010, secondo quanto rilevato dalla Federconsumatori, i premi della polizza Rc auto sono cresciuti del 18%; e per quest’anno, inoltre, scattano nuovi aumenti pari in media al 12%. Il dato emerge da un’indagine che l’Associazione dei Consumatori ha effettuato prendendo a riferimento le prime cinque compagnie di assicurazione italiane che da sole coprono ben il 60% del mercato Rc auto. Ebbene, la crescita dei premi rilevata è quella sopra indicata a fronte, come se non bastasse, di picchi di rincaro insostenibili e sbalorditivi a carico dei neopatentati fino a +25%; le cose non vanno bene neanche agli automobilisti over 50 che, pur essendo magari in classe prima bonus/malus, si vedono appioppati nelle proposte annuali di rinnovo dell’Rc auto aumenti anche fino al 20%. Considerando quest’ultima ondata di aumenti, la Federconsumatori stima che dal 1994 ad oggi i rincari sull’Rc auto stati in media pari a ben il 186%, un dato che si commenta da solo.

Secondo i Presidenti della Federconsumatori e dell’Adusbef, Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, la situazione è ancor più grave se si considera che, specie al Sud, si registrano casi di disdette unilaterali dei contratti proprio da parte delle compagnie assicurative che, nonostante i premi esorbitanti, non accettano più di contrarre.

Secondo le due Associazioni serve assolutamente un’inversione di rotta al fine di garantire al settore dell’Rc auto una concorrenza degna di questo nome. E per questo per l’Adusbef e per la Federconsumatori si rende necessario andare sia a potenziare, sia ad incrementare il ruolo dell’agente plurimandatario, ovverosia quello che può proporre al cliente diverse soluzioni Rc auto di diverse compagnie di assicurazione. A tutto vantaggio del consumatore.


Commenti (1)

  1. La benzina aumenta, rc auto aumenta e pian piano i nostri soldi finiscono. Mi sembra chiara la situazione

I commenti sono disabilitati.