Prestito personale IBL Banca

di Gianfilippo Verbani Commenta

Da un minimo di 2.000 ad un massimo di ben 60 mila euro a fronte di tassi vantaggiosi e competitivi, ed un piano di ammortamento che può durare per ben dieci anni, ovverosia 120 mesi. Si presenta così il “Prestito Personale” di IBL Banca, un prodotto richiedibile su misura e senza spese aggiuntive. Trattasi di un prestito richiedibile dai pensionati, lavoratori dipendenti, ma anche dagli artigiani, imprenditori e lavoratori autonomi a fronte del rispetto del requisito dell’età che deve essere di minimo 18 e massimo 70 anni; il richiedente può essere un cittadino italiano o straniero residente in Italia in possesso del permesso di soggiorno valido e residenza maturata pari ad almeno un anno. Trattandosi di un prestito personale, le somme vengono erogate al richiedente direttamente sul conto corrente a fronte del rispetto dei requisiti creditizi; occorre, nello specifico, non avere protesti ed in ogni caso l’importo richiesto ed erogato risulterà essere proporzionato sia al reddito, sia alla capacità di rimborso del richiedente.

In assenza di pieni requisiti creditizi, il cliente di IBL Banca può comunque optare per la scelta inerente il prestito con delega oppure la formula della cessione del quinto con trattenuta delle rate mensili da pagare direttamente sulla pensione o sullo stipendio percepito.

E per chi invece ha dei prestiti in corso di pagamento, e vuole estinguerli “compattando” le rate, IBL Banca propone il “Prestito Consolidamento“, un prodotto che permette di estinguere i finanziamenti in corso e sottoscrivere con l’Istituto un nuovo prestito con condizioni più vantaggiose e con la contestuale possibilità di poter ottenere anche della liquidità aggiuntiva. In questo modo il contraente può “mettere ordine” ai propri prestiti e pagarne uno solo magari con un importo della rata mensile basso e sostenibile nel tempo in modo da poter di conseguenza affrontare il futuro con più serenità e senza rischi di insolvenza.