Monete rare: ecco gli esemplari con cui si può raggiungere un notevole guadagno

di Daniele Pace Commenta

Ci sono alcune monete rare che rappresentano una sorta di eden per tutti i collezionisti. Nello specifico, infatti, ce ne sono ben quattro che potrebbero davvero valere una fortuna. A volte, infatti, abbiamo nei nostri vecchi portamonete delle monetine che valgono un patrimonio senza nemmeno saperlo. Le monete rappresentano certamente il caso più facile anche da comprendere e pure grottesco, perché avere una fortuna a portata di mano e non saperlo, è veramente devastante.

Monete rare, ecco quelle che valgono di più

Quando parliamo di monete rare che possono valere una fortuna, dobbiamo sottolineare come il riferimento non sia unicamente verso gli euro, ma pure nei confronti delle vecchie lire, il cui valore supera di gran lunga, come si può facilmente intuire, quello che è il prezzo nominale, ovvero quello che viene dichiarato sulla medesima moneta.

Nello specifico, nel corso dello scorso anno, è stato facile registrare un aumento veramente impressionante di persone che si sono avvicinate al mondo della numismatica. Piuttosto di frequente, però, non basta aver sentito parlare ogni tanto di monete per diventare dei veri e propri esperti di numismatica.

Una delle prime monete rare che si dovrebbe sempre conoscere, quantomeno per saperla individuare tra la mole di monete che possono passare tra le mani, è indubbiamente quella che è stata realizzata per omaggiare l’anniversario di Grace Kelly. Si tratta di una moneta che è stata stampata da parte del Principato di Monaco nell’anno 2007. In relazione allo stato di conservazione, può avere un valore che si spinge fino a 2500 euro. Ah, aspetto molto importante: si tratta di una moneta da 2 euro.

Tra le altre monete da 2 euro che possono valere un bel po’, troviamo sicuramente quella che è stata fatta coniare da parte del Vaticano con l’intento di omaggiare la Giornata Mondiale della Gioventù in quel di Colonia, nel 2005. In questi casi, il valore può arrivare a toccare addirittura i 300 euro.

Spostando l’attenzione sulle lire, invece, in cima alla lista c’è la moneta da 5 lire che risale al 1956, la cui datazione si riferisce a un periodo veramente particolare. Infatti, si tratta di quel periodo legato agli anni Cinquanta, per cui i collezionisti farebbero carte farsele per ottenere questa moneta, che ha un valore pari addirittura a 2000 euro. Non è ancora finita, dal momento che possiamo sottolineare la presenza pure delle 50 lire, che risalgono al 1958. In questo caso, si tratta di monete caratterizzate dalla rappresentazione del dio Vulcano, che batte il metallo sull’incudine. Se tenuta in buone condizioni, ecco che il suo valore può schizzare addirittura fino a 2000 euro.