Finanziamenti imprese con il Gruppo Intesa Sanpaolo

di Gianfilippo Verbani 3


Negli ultimi dodici mesi in Italia si è registrato un calo della domanda di credito unitamente ad un aumento del livello di rischiosità. Il merito creditizio delle imprese per effetto della crisi si è infatti deteriorato, ma il Gruppo Intesa Sanpaolo, in accordo con quanto recita una nota emessa dal colosso bancario, è comunque rimasto a fianco delle imprese mettendo in campo anche delle iniziative ad hoc, tra cui quella riguardante l’accordo con la Confindustria con la finalità di garantire la liquidità e la ricapitalizzazione delle piccole e medie imprese. E per i prossimi tre anni, Intesa Sanpaolo è pronta ad accordare ben 30 miliardi di euro di nuovi fidi bancari a fronte delle relative richieste, mentre ammontano a ben 60 miliardi di euro i fidi bancari che sono già stati accordati ma che attualmente non risultano essere utilizzati. Per quanto riguarda invece i prestiti a medio e lungo termine, il Gruppo Intesa Sanpaolo stima di erogarne per i prossimi tre anni un ammontare pari a 50-60 miliardi di euro dopo averne già erogati 8 miliardi di euro negli ultimi sei mesi.

Per agevolare l’accesso al credito da parte delle imprese, la Banca farà leva sugli ulteriori impegni presi, partendo da procedure di aggiornamento dell’offerta di credito, anche in funzione di specifici settori dell’economia; sarà altresì garantita nell’erogazione dei prestiti la vicinanza al tessuto imprenditoriale attraverso il modello della Banca dei Territori, ma anche avvalendosi del ruolo svolto dai Confidi, dalla BEI, la Banca europea per gli investimenti, dalla SACE e dal Fondo Centrale di Garanzia.

Un ruolo importante per l’accesso al credito lo gioca anche la Cassa Depositi e Prestiti, che nelle scorse settimane ha messo a disposizione del canale bancario ben otto miliardi di euro per facilitare l’accesso al credito alle piccole e medie imprese e garantire a condizioni agevolate la provvista agli istituti di credito. Inoltre, fermo restando che l’accesso al credito da parte delle imprese con il Gruppo Intesa Sanpaolo non potrà prescindere dalla qualità del merito di credito, Intesa Sanpaolo punta riguardo alle imprese non solo a dare credito, ma anche ad effettuare investimenti nel capitale; e per quanto riguarda le condizioni contrattuali, in ottemperanza al “Decreto anticrisi“, l’istituto di credito provvederà a garantire un maggior livello di semplificazione ed una maggiore trasparenza.


Commenti (3)

I commenti sono disabilitati.