Dividendi 2010: Credito Valtellinese, 12 cent per azione

di Gianfilippo Verbani Commenta


Uno alla volta, arrivano sul tavolo degli economisti e di noi giornalisti e blogger i dati relativi a bilancio e dividendi 2010 delle principali società quotate in Borsa. Anche nel corso delle “puntate precedenti”, abbiamo avuto modo di constatare come – nonostante la crisi che ha travolto le economie mondiali – le più importanti aziende italiane (o operanti sul nostro territorio nazionale) abbiano chiuso l’esercizio potendo proporre dati comunque positivi ai propri azionisti: certo, nel caso delle banche aumentano le sofferenze e quindi i crediti non riscossi, benché il dato rimanga ancorato a percentuali comunque minime, mentre nel caso delle società di servizi si è resa necessaria una ristrutturazione che ha anche portato a diete e riorganizzazioni tutt’altro che dolorose (perché fatte sulla pelle dei lavoratori). Però se prendiamo l’argomento dal versante delle aziende, possiamo dire che grazie a queste misure esse ancora esistono e hanno potuto elargire anche quest’anno dei dividendi. Anche Credito Valtellinese.

Mentre si prepara una ristrutturazione al vertice, con la nomina di Angelo Maria Palma alla carica di vice presidente vicario, di Giuliano Zuccoli come vice presidente e soprattutto di Miro Fiordi amministratore delegato (resta invece confermata la presidenza, affidata a Giovanni De Censi), l’istituto valtellinese ha chiuso il 2009 vantando crediti verso la clientela di 20,37 miliardi di euro, in aumento del 10,7% rispetto a fine 2008.

La raccolta globale, pari a 32.853 milioni di euro, evidenzia un progresso del 7% su dicembre 2008. Il margine di interesse si è attestato a 502 milioni di euro, in calo del 5,8% rispetto al precedente. Il risultato netto della gestione operativa si rappresenta quindi in 300 milioni di euro, in sostanziale tenuta rispetto allo scorso anno. All’assemblea, il consiglio di amministrazione proporrà l’attribuzione di un dividendo unitario di 0,12 euro, corrispondente ad un monte dividendi di 25 milioni di euro. Il dividendo sarà posto in pagamento il 29 aprile 2010 (data stacco 26 aprile 2010).