Conto corrente ricaricabile con deposito titoli gratuito

di Gianni Puglisi 1


Il deposito titoli è con spese di custodia e di amministrazione pari a zero in presenza di titoli di Stato, mentre il conto corrente è a canone mensile ma “ricaricabile”, ovverosia con la possibilità di poterlo azzerare sotto opportune condizioni. Si presenta così “Ricaricabile“, il conto corrente del Credem, Gruppo Credito Emiliano, per chi punta su un prodotto con tanti servizi bancari inclusi nel costo base e la possibilità di non dover sostenere spese aggiuntive per gli investimenti in titoli pubblici. In particolare, il canone mensile di “Ricaricabile” del Credem è pari a 4,50 euro, ma si azzera con un saldo medio pari a 4.000 euro e con la canalizzazione delle utenze e dello stipendio. Comprese nel canone azzerabile ci sono anche ben 80 operazioni annue, ovverosia una media di oltre sei al mese a fronte di prelievi Bancomat gratis presso gli Atm del Credem, unitamente ai primi 12 annui presso altre banche.

L’accesso all’Internet Banking prevede un canone semestrale pari a 6 euro, ma è facilmente azzerabile nel semestre solare semplicemente effettuando un’operazione di trading online oppure effettuando, sempre via Web, un pagamento. Lo stesso dicasi anche per “Ego”, la carta di credito; questa è infatti sempre gratis se annualmente viene utilizzata per spese pari ad almeno 3.000 euro.

Per chi invece utilizza il conto corrente solo online, può essere interessante andare a valutare “Senza Spese Web”, il conto corrente del Credito Emiliano a canone mensile gratuito, e con costo delle operazioni sempre gratis se effettuate via Internet. Stessa musica anche per i bonifici, che sono tutti gratis se effettuati via Web, mentre il deposito titoli è gratis in presenza di soli prodotti Credem, e 10 euro in presenza anche di altri prodotti. L’Internet Banking è anche in questo caso gratis se si effettua nel semestre solare almeno un pagamento o un’operazione di trading online.


Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.