Conti correnti bancari: arriva la trasparenza semplice

di Gianfilippo Verbani 1

Al fine di rendere le informazioni sui conti correnti più trasparenti, ma anche più semplici, durante il forum Dimensione Cliente l’ABI da un lato, e ben quindi Associazioni di Consumatori dall’altro, hanno siglato un importante protocollo d’intesa finalizzato a semplificare per i conti sia il Foglio Informativo, sia il Documento di Sintesi. A darne notizia in data odierna, venerdì 14 aprile 2011, è stata proprio l’Associazione Bancaria Italiana nel far presente come ora la proposta per la “trasparenza semplice” dei conti correnti bancari sarà sottoposta sia alla Banca d’Italia, sia alle Autorità competenti. Queste, in particolare, sono le quindici Associazioni di Consumatori che hanno aderito al Protocollo d’Intesa con l’Associazione Bancaria Italiana: Acu, Unione nazionale consumatori, Adoc,  Movimento difesa del cittadino, Adiconsum, Movimento consumatori,  Adusbef, Lega consumatori, Assoutenti, Federconsumatori, Casa del consumatore, Confconsumatori, Cittadinanzattiva, Codici e Codacons.

Per quel che riguarda il Foglio Informativo, l’ABI e le Associazioni dei Consumatori con l’accordo mirano da un lato a dimezzarne la lunghezza, e dall’altro ad inserire informazioni quali ad esempio i costi legati allo sconfinamento ed al fido, mentre al fine di dare un taglio alla ridondanza delle comunicazioni, l’obiettivo è per il Documento di Sintesi quello di far sì che venga inviato al cliente solo nel caso in cui le condizioni variano.

Il tema relativo alla “trasparenza semplice“, in accordo con quanto rimarcato proprio dall’ABI, individua un percorso già da tempo intrapreso con le Associazioni dei Consumatori. Quella sui conti correnti è tra l’altro solo una tappa di questo percorso visto che l’Associazione Bancaria Italiana intende anche trattare i temi inerenti sia il credito al consumo, sia i mutui. E proprio su questi ultimi due temi l’ABI sta predisponendo due apposite Guide informative; sui finanziamenti ipotecari, in particolare, la Guida fornirà i criteri per poter scegliere in maniera consapevole un mutuo a tasso variabile oppure quello a tasso fisso.

Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.