Come si partecipa ad una gara d’appalto internazionale

di Daniele Pace Commenta

Alcuni spunti interessati per tutti coloro che vogliono approcciare al meglio questo tema

Al giorno d’oggi molti sono gli incentivi che provengono dall’ambito statale e che non si limitano al solo territorio italiano. Le opportunità per una PMI che partecipa ad una gara d’appalto internazionale sono davvero infinite. Eppure si ritiene ancora che la partecipazione a tale livello sia una prerogativa solo delle aziende molto grandi.

gara d’appalto internazionale

Il motivo risiede soprattutto nella burocrazia legata intorno a questa, nelle cauzioni e garanzie contrattuali richieste per partecipare a gare d’appalto. Un’azienda di grandi dimensioni ha senza dubbio tutti i documenti già pronti per la partecipazione, ma una PMI? Non si tratta di un procedimento così impeditivo come può sembrare. Con le giuste nozioni è possibile portare la propria azienda al passo successivo grazie alla partecipazione a gare d’appalto internazionali.

Scegliere la gara d’appalto internazionale a cui partecipare

Per una PMI che partecipa ad una gara d’appalto internazionale il primo passo da compiere è quello di scegliere a quale bando affidarsi. Quando si parla di “internazionale”, infatti, non ci si riferisce solo all’ambito europeo, ma anche extra europeo. Cosa comporta ciò?

Proprio come nella partecipazione in ambito nazionale, anche per la gara d’appalto internazionale è richiesta qualche garanzia e soprattutto determinati requisiti da rispettare. L’azienda può dunque partecipare ovunque ci siano i presupposti per la sua ammissibilità.

Per scoprire se si ha la possibilità o meno di accedere al bando è necessario, proprio come avverrebbe per uno nazionale, leggere attentamente tutti i dettagli e tutti i requisiti richiesti al fine della presentazione del progetto. Non limitarsi alla propria nazione significa crescere in un mondo che va avanti veloce.

Dove reperire le informazioni

È facile sapere dove reperire le informazioni per partecipare a una gara d’appalto nazionale, più complicato quando si sceglie di allargarsi oltre i confini geografici. Questo è almeno il pensiero comune al primo approccio in questo campo.

Le modalità di ricerca e di organizzazione di una gara d’appalto internazionale non differiscono da quelle classiche. Per prima cosa è necessario rivolgersi a fonti qualificate e aggiornate, selezionando il settore di pertinenza.

Come accennato prima, un buon punto di partenza può essere quello di conoscere il Paese, essere consapevoli di possedere tutti i requisiti minimi richiesti per la partecipazione. Un modo per avere queste informazioni può essere quello di partire da una realtà con la quale si è già intrapresa in passato una collaborazione.

Predisporre un’offerta efficace

Diversi sono i campi per i quali sono predisposti le gare d’appalto internazionali e che, proprio come quelle a livello nazionale, permettono alla PMI di crescere e ricevere spesso un ritorno economico grazie a incentivi stanziati dalla stessa. Il fine ultimo è quindi quello di aggiudicarsi la gara e a tal fine è necessario predisporre un’offerta efficace.

Quando si partecipa non conta solo il contenuto, ma molto anche la qualità della presentazione dell’offerta. Affinché questa risulti davvero efficace è consigliabile che all’analisi del bando prendano parte più membri del team, diverse figure che, insieme, possano collaborare nella riuscita nel progetto.