Boom di compravendite immobiliari nel Sud Italia

di Gianfilippo Verbani Commenta

Gli analisti di settore pensano che la situazione del settore immobiliare potrebbe ancora migliorare attraverso le conseguenze innescate dal Quantitative Easing.

Quello delle case sta tornando piano piano ad essere un settore in espansione in Italia, complice anche il supporto dato dal settore del credito e dalle iniziative messe in campo da banche e istituti di credito per incentivare gli italiani all’ acquisto. Lo dimostra infatti la piccola corsa alle compravendite immobiliari compiuta dagli italiani nell’ ultimo periodo, grazie anche ad uno stimolante ribasso dei prezzi.

Il mercato immobiliare italiano è in ripresa nel 2015

Si tratta di quello che gli esperti di settore definiscono un piccolo boom degli ultimi mesi, che sulla base dei dati raccolti dagli analisti dell’ Osservatorio Mutui Online, riguarda tutto il territorio nazionale, ma in particolare le regioni del sud Italia e delle isole.

Diminuiscono i prezzi degli immobili residenziali in Italia

Nel corso del primo 2015, infatti, già si registra un incremento del 9,3 per cento nelle erogazioni di finanziamenti ipotecari finalizzati all’ acquisto di immobili. Già l’ Istat aveva evidenziato un sensibile rialzo delle compravendite sulla chiusura del terzo trimestre 2014, pari al 3,7 per cento su base annua e un rialzo del 13,9 per cento per i mutui, i finanziamenti ipotecari e gli altri prodotti finanziari utili a tale scopo.

Altri dati statistici raccolti dall’ Istat confermano il recupero nel comparto abitativo, con incrementi delle convenzioni notarili soprattutto nelle isole, dove c’ è stato un aumento del 17,7 per cento; al Centro, invece, del 16,6 per cento e nel Nord Ovest dell’ 1,4 per cento. Ci sono stati poi nello stesso periodo delle diminuzioni pari al 3,6 per cento nelle regioni del Nord Est.