Bollette a 28 giorni. Stop aumenti da garante

di Daniele Pace Commenta


A seguito dei nuovi obblighi della legge di Bilancio, Tim Vodafone, Wind Tre e Fastweb hanno coordinato una nuova strategia commerciale che interessa il ripristino delle bollette mensili.

L’Antitrust attualmente sta cercando di bloccare l’aumento delle tariffe e le autorità hanno adottato misure cautelari, consigliando alle compagnie di definire le loro offerte in maniera autonoma rispetto alla concorrenza.

Unione Nazionale dei Consumatori appoggia Antitrust

L’Unione Nazionale dei Consumatori appoggia l’Antitrust, e pochissimi giorni fa le Autorità delle Comunicazioni hanno ordinato a tali società di restituire alla propria clientela tutto quello che gli è stato sottratto mediante le fatturazioni illegittime anticipate ogni 28 giorni. La restituzione avverrà sotto forma di sconto sul canone.

Fastweb risponde alle accuse dichiarando di aver agito in maniera corretta rispettando le politiche commerciali in maniera del tutto indipendente rispetto alla concorrenza. Per quanto riguarda le tempistiche invece ribadiscono che la posizione dell’azienda si è sempre distinta da quella degli operatori sul mercato.

L’azienda è passata ad una fatturazione ogni 4 settimane dopo due anni rispetto agli altri operatori, mentre per la fatturazione mensile Fastweb ha rispettato la tempistica presente nella normativa per quanto riguarda tutte le modalità di comunicazione fornite dal Garante per le Comunicazioni.