Blu American Express: la revolving che ti dà l’1% di cashback

di Gianni Puglisi 1


 Nel vasto panorama dalle offerte relative alle carte di credito, v’è una rarità: è “cashback” (ovvero “restituzione del denaro speso”) di Blu American Express. Finora abbiamo visto, infatti, solo carte revolving di un certo tipo: si ottengono, si comincia a spendere il fido concesso dalla finanziaria e poi lo si andrà a rimborsare in soluzioni rateali, generalmente 24 (quindi una al mese per due anni) ad un tasso compreso – grossomodo – tra il 14 ed il 18%. Ma Blu American Express è differente, perché stimola al consumo attraverso, appunto, la formula del “cashback”. Ma che cos’è questo “cashback”?

Si tratta, fondamentalmente, di un bonus sul denaro “mobilitato”, quello effettivamente speso dal sottoscrittore: “a partire dalla data di emissione della carta – leggiamo infatti nella brochure informativa – ogni 12 mesi ti verrà restituito l’1% dei tuoi acquisti, senza obbligo di spesa minima”. Certo, questo sarà vero solo nel caso in cui Blu di American Express sia ancora in corso di validità, e – aggiunta non banale – il titolare sia in regola con i pagamenti. Ma i vantaggi non finiscono di certo qui: Blu American Express sarà infatti gratuita per tutta la vita, dacché la quota annuale (30 €) non sarà mai addebitata a chi richiede la carta attraverso il canale rappresentato da internet.

È prevista poi la possibilità di scegliere “flessibilmente” se pagare a rate o a saldo: in base alle proprie disponibilità economiche del momento, infatti, ogni mese si può scegliere la formula di pagamento ideale; una semplice telefonata al servizio clienti, e il gioco è fatto! Fin qui tante belle parole, potreste accusarci, ma quali sono le condizioni per la restituzione del credito utilizzato? Veniamo subito al dunque, e scopriamo che per fidi accordati superiori a 5mila €uro TAN e TAEG si equivalgono, attestandosi a quota 14,99%; nel caso in cui, invece, si scelga di ricevere dalla finanziaria una somma di denaro inferiore ai 5mila €uro, il TAN ed il TAEG lievitano di necessità fino a raggiungere la quota del 18,99%


Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.