Prestito personale tasso variabile da Banca Regione Europea

di Roberto Commenta

Anche per questa estate 2012 Banca Regionale Europea – gruppo UBI Banca – ha rinnovato l’intera gamma di propri prestiti personali. Tra di essi, anche il Creditopplà Variabile, un finanziamento personale che permetterà alla clientela di sfruttare le variazioni dei tassi di interesse di mercato, proponendo un costo del denaro indicizzato all’Euribor a 3 mesi, maggiorato di uno spread massimo che risulta essere attualmente pari a 9 punti percentuali.

Di conseguenza, il cliente dell’istituto di credito potrà avvantaggiarsi dell’eventuale evoluzione positiva dei tassi di interesse di mercato, rimanendo invece esposto al rischio di subire gli effetti negativi derivanti da andamenti negativi degli stessi, che potrebbero comportare incrementi dell’importo medio delle rate del piano di ammortamento.

Per quanto concerne le ulteriori caratteristiche del prodotto, segnaliamo la presenza di un importo erogabile massimo di 75 mila euro, una durata del piano di ammortamento tra i 12 e i 120 mesi, la possibilità di fruire di alcune interessanti opzioni, come il differimento di una rata ogni 24 mesi, con accodamento – e pagamento di interessi contrattuali – al termine del periodo di rimborso inizialmente previsto.

Il prodotto è inoltre assicurabile facoltativamente – con oneri interamente a carico del cliente – mediante il contratto Blu Credit One Prestiti: la polizza interverrà con l’estinzione anticipata del debito residuo in caso di eventi definitivi come la morte o l’invalidità permanente totale da malattia e da infortuni, e con il pagamento delle rate in scadenza nell’ipotesi di eventi temporanei come la perdita di impiego, l’inabilità temporanea totale al lavoro e il ricovero ospedaliero.

Sul fronte degli altri costi di prodotto, evidenziamo spese di istruttoria pari all’1,50% con un massimo di 250 euro, imposta sostitutiva pari a 0,25 punti percentuali, spese per invio comunicazioni periodiche di 0,74 euro per comunicazione, se inviata tramite posta ordinaria. Non è prevista alcuna penale per l’estinzione anticipata parziale o totale del prestito.