Fondo di credito per i nuovi nati: triennio 2009-2011

di Laura 3

Un figlio é sempre una gioia per una coppia, anche se ci sono difficoltà economiche, un bambino in arrivo non può che trasmettere dolci sentimenti alla mamma il cui pancione ospita la piccola creatura. Proprio per “alleggerire” questo dolce peso, almeno dal punto di vista economico, esiste il Fondo di credito per i nuovi nati un sostegno economico alla famiglia: durante il triennio 2009-2011 i genitori potranno chiedere un finanziamento, a tasso agevolato, di un massimo di 5.000 euro presso gli istituti di credito e gli intermediari finanziari che avranno aderito a questa iniziativa governativa. Così i genitori potranno affrontare con più serenità il lieto evento della nascita.

E’ un finanziamento che dovrà essere restituito all’istituto bancario scelto, ma che darà comunque la possibilità di affrontare le spese iniziali, che l’arrivo di un figlio comporta, offrendo così un primo aiuto concreto alle famiglie italiane. Originariamente la scadenza per la presentazione delle domande di prestito relativamente ai figli nati nell’anno 2009 era fissata al 30 giugno 2010, l’ioniziativa é stata prorogata al 30 settembre 2010 (sempre per la presentazione delle richieste). L’agevolazione é rivolta a genitori di bambini nati nel 2009 che volessero usufruire del prestito ma che non hanno potuto farlo a causa dei ridotti tempi dall’avvio della misura. L’iniziativa é volta anche a genitori di bambini adottati.

Basterà recarsi presso le banche o gli intermediari finanziari aderenti all’iniziativa “Fondo di credito per i nuovi nati” e chiedere il finanziamento a tassi agevolati. Banche e intermediari finanziari che aderiscono all’iniziativa, dovranno erogare il credito applicando un tasso annuo effettivo globale (Taeg) fisso, non superiore al 50% del tasso effettivo globale medio (Tegm). Un’attenzione particolare, è prevista, infine, per i bimbi che purtroppo soffrono di malattie rare, nelle elenco dal Dlgs 124/1998, i genitori di questi piccoli usufruiranno di un ulteriore contributo, in conto interessi, che riduce il Taeg allo 0,5 per cento.

Commenti (3)

  1. Buongiorno,
    ho saputo che per i nuovi nati del 2011 passeranno i pannolini, è vero? c’è qualcuno che ne sa di più?..
    Grazie
    Elena

I commenti sono disabilitati.