Che cos’è la rinegoziazione del mutuo

di Sofia Martini Commenta

conto bancaChe cos’è la rinegoziazione del mutuo

Una delle operazioni che è possibile compiere per cercare di ottenere condizioni contrattuali migliori in merito al proprio mutuo è la rinegoziazione, che consiste in quella operazione in cui si ridiscute con la banca la propria la propria posizione finanziaria e le principali clausole contrattuali del finanziamento ipotecario attivo. 

Quali sono le spese di sostituzione del mutuo?

Gli elementi del contratto di mutuo che possono essere oggetto di rinegoziazione sono ad esempio la durata o il tasso di interesse e la loro modifica ha lo scopo di portare il rimborso del prestito concesso dalla banca più vicino alla reale pianificazione finanziaria del cliente, riducendo il più delle volte l’impatto che le rate mensili hanno sul reddito a disposizione.

Cosa fare in caso di difficoltà a pagare le rate del mutuo

La rinegoziazione del  mutuo, quindi, al pari di altre operazioni di modifica dei contratti di finanziamento, come la surroga o la sostituzione è quindi un’azione che si compie per trovare soluzioni più soddisfacenti alla propria condizione economico finanziaria.

Come ottenere la rinegoziazione del mutuo dalla propria banca

Per ottenere la rinegoziazione è sufficiente recarsi presso la propria banca e chiedere aiuto al consulente o ai consulenti che gestiscono il proprio contratto di mutuo. Sarà quindi necessario, di conseguenza, discutere con la banca la propria condizione finanziaria alla luce delle più recenti  necessità al fine di trovare una soluzione condivisa.

La rinegoziazione, infatti, è sempre frutto di un accordo bilaterale tra il mutuatario e l’istituto di credito che concede il mutuo.