Calano i tassi di interesse sui conti deposito a breve termine

di Sofia Martini Commenta

154141152I rendimenti dei conti deposito a breve termine potrebbero essere leggermente più bassi che in passato. Nel corso del  mese di novembre 2013, infatti, è stato possibile rilevare presso la maggior parte delle banche e degli istituti di credito un calo dei tassi di interesse, che ha riguardato i prodotti di investimento caratterizzati da una durata più breve. 

Come scegliere il conto deposito più redditizio

In alcuni casi, inoltre, sono stati ritoccati a ribasso non solo i rendimenti delle offerte a più breve durata, ma anche quelle di più lungo periodo, con tagli dello 0,25 per cento circa. Un esempio è fornito dal conto deposito di Banca Credem, il cui rendimento è passato dal 2 per cento all’1,75 per cento.

E’ possibile aprire un conto deposito senza un conto corrente?

Una simile modifica è stata applicata anche al Conto deposito Youbanking del gruppo Banco Popolare e riguarda tutti i tipi di vincolo e di durata. Su altre tipologie di prodotto, invece, come il conto deposito vincolato Deposito Più, è stato ridotto a quattro mesi il periodo promozionale in cui usufruire di un rendimento più alto della media.

Per il conto deposito InMediolanum, invece, di Banca Mediolanum, il tasso di interesse è stato portato dal 3 per cento al 2,50 per cento, con un decremento leggermente più consistente rispetto ad altre offerte. La stessa modifica interessa anche il conto corrente ad alto rendimento Freedom One.

Infine, un prodotto a breve termine come il deposito libero Deposito Sicuro di Banca delle Marche è passato da un interesse del 2,75 per cento ad uno del 2,40 per cento.