Come risparmiare sulle carte di credito

di Daniele Pace Commenta

Il 2018 si chiude con l’ennesima stangata per gli italiani sui costi delle carte di credito e dei conti correnti.

Come fare a risparmiare

Le carte di credito nella maggior parte dei casi vengono rilasciate gratuitamente oppure a fronte di un canone mensile oppure annuo.

Attualmente hanno subito, e stanno subendo rincari consistenti, che purtroppo incideranno sui portafogli dei correntisti.

Grazie ad un recente studio è stato possibile evidenziare che una semplice carta di credito rilasciata dalla banca ha subito un crescita del canone annuo pari al 50,40% rispetto ai primi mesi dell’anno.

Il costo del canone pari a 12,22 euro sarebbe passato a 12,88 euro, mentre le carte di credito rilasciate dalle banche si parla di 39,87 euro spese attualmente contro 37,50 euro spese invece a gennaio del 2018.

Tuttavia non è solamente il canone a gravare sul portafogli dei correntisti italiani, ma anche tute le spese relative al possesso di una carta di credito, che rientrano o possono rientrare in base alla banca i costi di invio estratto conto e le commissioni di cambio.

Anche le spese di prelievo e le spese di blocco o sostituzione della carta in caso di furto o smarrimento potrebbero subire degli aumenti. Per risparmiare consigliamo di scegliere la carta di credito più economica presente sul mercato.