Prestito personale Ing Direct estate 2012

di Gianni Puglisi Commenta


L’estate sta per terminare, ma è ancora il momento giusto per poter richiedere un finanziamento personale a Ing Direct, la banca olandese divenuta molto nota nel nostro Paese per aver introdotto il conto deposito più famoso, il Conto Arancio. L’istituto dispone anche di qualche interessante prodotto di finanziamento proposto da Agos Ducato, che permetterà a tutta la clientela privata con idoneo requisito di merito creditizio di poter procedere all’acquisto di beni o di servizi non strumentali rispetto alle eventuali attività professionali.

Il prestito personale Ing Direct viene concesso senza finalizzazione, ovvero, senza alcun vincolo di destinazione. In altri termini, il cliente che dovesse ricevere l’importo non dovrà utilizzarlo per acquistare un determinato bene o uno specifico servizio, ma potrà utilizzare liberamente la somma senza dover fornire specifici giustificativi o preventivi di spesa.

Per quanto concerne le principali caratteristiche contrattuali in vigore questa estate, ribadiamo la possibilità di entrare in possesso di una somma di denaro compresa tra un minimo di 1.500 euro e un massimo di 30.000 euro, da restituire all’interno di un piano di ammortamento che potrà estendersi tra un minimo di 12 mesi e un massimo di 84 mesi, con possibile scelta per scadenze intermedie tra i due estremi, e con possibilità di poter procedere al compimento di operazioni di estinzione anticipata del debito residuo in qualsiasi momento (guarda anche il prestito in promozione da Banca Popolare di Milano).

Il cliente potrà inoltre beneficiare dell’assenza di commissioni accessorie e di costi nascosti, della presenza di un tasso di interesse fisso (che permetterà al cliente di poter pianificare nel migliore dei modi le proprie uscite finanziarie, poiché il piano di ammortamento sarà composto da rate di importo sempre costante nel tempo) e dalla possibilità di poter esrcitare, per un numero massimo di tre volte, l’opzione relativa alla variazione dell’importo della rata, o al rinvio del pagamento, posticipando la scadenza delle rate alla fine dell’originario piano di ammortamento.

Qui uno speciale su cosa succede in caso di mancato pagamento rate prestito.