Polizza assicurativa Ania studiata in base allo stile di guida

di Daniele Pace Commenta

autoUn guidatore diligente spenderà sicuramente meno per la propria RC Auto rispetto all’automobilista indisciplinato. Questo è il nuovo scenario in cui la polizza assicurativa non sarà solo un fattore legato al veicolo, ma anche allo stile di guida, sul quale il gruppo Ania, sta iniziando una sperimentazione.

Dettagli

Il presidente dall’Associazione Maria Bianca Farina ha rivelato che si partirà dal car sharing in una assemblea annuale dell’associazione, definito l’instant insurace, da dove partirà la sperimentazione delle polizze in base allo stile di guida.

Non mancherà l’assicurazione base sull’auto e poi quella del conducente della vettura noleggiata, collegata da una scatola nera, che al termine del noleggio pagherà per il tempo da lui utilizzata e per come è stata guidata.

Quello che vogliono realizzare è un vero e proprio premio per i guidatori virtuosi, grazie alla tecnologia che finalmente manderà in soffitta l’obsoleto bonus malus che attualmente sembra non essere più apprezzato dalle compagnie.

Tale sperimentazione interesserà un gruppo di compagnie dal ramo danni e tutte le società di car sharing. Attualmente è già partita una formula di richiesta di autorizzazione sall’Ivass per la nuova formula di polizza RC Auto. Maria Bianca Farina ha dichiarato infine che l’Ivass è propensa a seguire questa sperimentazione, che sembra non avere un iter burocratico lunghissimo.