Nuove carte di credito verticali. Solo marketing?

di Daniele Pace Commenta

carte di credito verticaliNon tutti sanno che le nuove carte di credito saranno verticali, anche se alcune di queste già si vedono in giro anche se sono ancora poche quelle presenti sul nostro territorio.

Ma è solo marketing?

La prima carta di credito verticale è stata realizzata dalla sturtup inglese Starling Bank, mentre nel nostro paese è disponibile quella di Oval, che viene rilasciata in associazione al conto Oval Pay.

Molti ritengono sia una delle tantissime operazioni di marketing utile nella distinzione del proprio prodotto sul mercato. Attualmente non c’è più bisogno di realizzare carte di credito con numeri in rilievo, che servivano per strisciare nei vecchi pos e che rendeva la ricevuta su carta carbone.

Adesso è tutto diverso ed innovativo, perché il numero è stampato e si trova sul retro delle nuove carte.

C’è dell’altro inoltre, anche se vi sembrerà incredibile, ma viviamo nell’era di Istangram che pian piano sta facendo tramontare il formato Landscape, ovvero paesaggio orizzontale, lasciando il posto al Portrait, ovvero al ritratto verticale.

Proprio per questo, tutte le nuove carte hanno spostato il numero sul retro, anche se per una questione di banda magnetica questo è ancora orizzontale così come l’orientamento del chip.

Per maggiori informazioni potete rivolgervi al vostro istituto bancario di fiducia e chiedere una consulenza.