Mutui Inps, c’è tempo fino al 10 settembre

di Daniele Pace Commenta

mutuo_inpdapSi è aperta una finestra per richiedere i mutui Inps, dal 1° al 10 settembre. La richiesta può essere fatta online, da parte dei dipendenti dell’istituto o degli ex dipendenti, che sono ora in pensione. Naturalmente la richiesta può essere fatta anche dagli ex dell’Inpdap, che ora sono confluiti in Inps, dopo la soppressione del vecchio istituto.

La richiesta di mutuo

Chi ha un contratto a tempo indeterminato può fare richiesta. Per i pensionati invece si richiede un anno di iscrizione alla Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali.

Il mutuo può essere sia per l’acquisto che per la ristrutturazione dell’immobile. Naturalmente le abitazioni non devono essere classificate come di lusso.

Per l’acquisto, il dipendente o pensionato può chiedere fino a 300mila euro, mentre per la ristrutturazione, il limite è fissato al 40% del valore immobiliare. In questo caso vi è anche il secondo limite di 150mila euro, fissato per la ristrutturazione. C’è anche la possibilità di costruzione di un box auto finanziato con 75mila euro di mutuo.

Tra le varie caratteristiche del mutuo Inps c’è la possibilità di scegliere tra tasso fisso e variabile, e rateizzare il rimborso fino a 30 anni.

Non sempre si può richiedere questo mutuo. L’Inps infatti apre queste finestre per la richiesta solo 3 volte l’anno. Sempre per i primi dieci giorni del mese di gennaio, maggio e settembre.