L’andamento presente e futuro dei BTP nel 2014

di Gianni Puglisi Commenta

Il divario tra i dati di tre anni fa e quelli odierni è veramente alto e molti risparmiatori si interrogano sul possibile destino della corsa dei BTP, che dopo un tale rally potrebbe essere arrivata purtroppo al capolinea.


Cosa sta avvenendo negli ultimi mesi e cosa è probabile che avvenga nel mercato dei titoli di stato italiani ed in particolare dei BTP, i Buoni del Tesoro Poliennali? Negli ultimi tre anni, dopo la registrazione dell’ultima crisi, i BTP hanno mostrato un recupero costante, che ha fatto aumentare il loro prezzo parallelamente ad una diminuzione dei tassi di interesse. 

Che cosa sono e come funzionano i Btp

Il divario tra i dati di tre anni  fa e quelli odierni è veramente alto e molti risparmiatori a questo punto si interrogano sul possibile destino della corsa dei BTP, che dopo un tale rally potrebbe essere arrivata purtroppo al capolinea.

I rendimenti dei Btp al minimo storico da mesi

E’ senza ombra di dubbio che al momento i BTP presentano tassi al loro minimo storico da quando è stato introdotto l’euro e c’è dunque scetticismo sulla possibilità di ulteriori rialzi dei prezzi e ulteriori abbassamento dei tassi di interesse. A livello di previsioni, quindi, il mondo della finanza scommette su una possibile riduzione degli spread, ma anche su un rialzo dei Bund tedeschi rispetto ai titoli italiani. Lo spread, infatti, attualmente a 167 punti, potrebbe secondo alcuni esperti scendere fino ad un livello di 125 punti base.

Coloro che hanno BTP in portafoglio in questo momento dovranno considerare sia il titolo detenuto, che a seconda della durata potrebbe avere una maggiore o minore sensibilità al variare dei prezzi al valore e dei tassi di interessi, sia la sua scadenza, riservando una particolare attenzioni a quelli con scadenze oltre il 2017 soggetti ad una maggiore esposizione.