Investimenti online: guida ai migliori NFT

di Daniele Pace Commenta

Tutto quello che dobbiamo sapere a proposito degli investimenti online, con tanto di guida ai migliori NFT

I migliori NFT sono ormai una realtà molto interessante e spesso particolarmente ricercata, appartenente al mondo della blockchain. Dal 2020 ad oggi l’interesse mediatico verso gli NFT è cresciuto moltissimo, così come le persone interessate al loro acquisto, soprattutto negli ultimi mesi in cui si sono registrati investimenti per miliardi di dollari.

Investimenti online

A contribuire in maniera significativa alla crescita degli NFT è sicuramente stata anche la partecipazione alla loro creazione di personaggi e marchi molto famosi, come ad esempio calciatori, musicisti e aziende di fama mondiale come la Ferrari, la Coca Cola e la Nike.

NFT: cosa sono e come investire

Naturalmente è bene ricordare che NFT è l’acronimo che identifica i “Non fungibile Token” Ogni NFT è unico e irripetibile ed è proprio la blockchain ad assicurare a chi lo acquista un atto di autenticità e di proprietà

Chi dispone di un portafoglio di criptovalute può decidere di utilizzare una parte di questo per acquistare degli NFT. Questi a loro volta non possono essere interscambiabili con altri NFT, proprio per la loro natura di non “fungibilità”. Quando una persona decide di acquistare uno di questi ne acquisisce i diritti di proprietà e può decidere se conservarlo nel tempo o se rivenderlo ad un’altra persona. L’acquisto degli NFT è ormai una pratica semplice e veloce, grazie alle migliori piattaforme del settore (fonte: nft spiegazione messa a disposizione dal portale Finaria.it).

Settore di appartenenza

Dopo aver compreso bene le particolarità di questo asset di ultimissima generazione, chi desidera operare un investimento in questo ambito deve operare alcune scelte fondamentali. La prima riguarda la piattaforma da utilizzare per l’acquisto e a tal riguardo è sicuramente indispensabile sottolineare la necessità di utilizzare soltanto portali altamente specializzati e per questo molto conosciuti. In seguito, occorre poi scegliere l’ambito di appartenenza di un NFT.

Attualmente gli NFT fanno spesso riferimento ad uno dei seguenti settori specifici:

  • Arte digitale.
  • Gaming decentralizzato.
  • Musica.
  • Collezioni di immagini.
  • Video.
  • Emoticon e gif.

L’arte digitale, come è possibile intuire dal nome stesso, fa riferimento alla creazione di forme artistiche che hanno però una loro esistenza soltanto nella versione digitale. Non rappresentano cioè una riproduzione di forme artistiche fisiche e al mondo esistono già diverse collezioni molto famose di “gallerie” di cryptoart che si caratterizzano per la presenza di opere che sono state vendute per prezzi molto alti. La logica che orienta questo tipo d’investimento è la stessa che un tempo guidava gli investitori in opere d’arte: ricercare beni digitali di pregio che possono acquisire valore nel tempo.

Anche il cosiddetto, GameFi, ovvero il gaming decentralizzato ha attirato recentemente molti investitori. Questo include dei veri e propri cryptogaming, ovvero dei videogiochi di ultima generazione che prevedono un andamento in cui il ruolo dei token NFT è primario. Questa tipologia di investimento ha trovato i suoi esempi più celebri in Decentraland o Planet Wars. In generale permette di realizzare un buon investimento se il gioco prende piede e viene utilizzato poi da molte persone.

Altri NFT ricercati e motivi di acquisto

Tra gli NFT che destano maggior interesse in questo periodo vi sono sicuramente anche quelli legati al mondo della musica. Molti NFT Marketplace prevedono infatti la possibilità di acquistare anche video o file musicali. Non sono rari i casi di musicisti e cantanti molto conosciuti che hanno deciso di caricare un proprio brano sottoforma di NFT e di renderlo un bene acquistabile da un investitore. Ovviamente chi acquista in questo caso non dispone anche dei diritti d’autore, che restano dell’artista, ma della possibilità di beneficiare dei proventi della vendita di quello specifico NFT.

Solitamente un NFT può essere ricercato e acquistato per vari motivi: per ragioni di investimento, ovvero nella speranza che questo acquisisca un valore maggiore nel tempo, per collezionismo rivolto agli appassionati del settore, per divertimento (soprattutto per quanto riguarda il gaming) o per attrazione verso le nuove forme d’arte. A questo proposito, è recente la notizia che la nipote del celebre pittore Picasso abbia deciso di trasformare in NTF e vendere un’opera inedita del nonno. Questo dimostra come il successo dei Non Fungible Token non intenda arrestarsi, attirando l’interesse di un numero sempre maggiore di persone.

Non è sicuramente facile capire quando conviene operare in NFT per finalità d’investimento, ciò che è certo è che al momento questo asset ha presentato in alcuni casi delle fonti di profitto molto alte, mentre in altri casi non si è rivelato produttivo. Per averne un esempio è sufficiente considerare i prezzi altissimi, che hanno raggiunto milioni di dollari, a cui sono stati recentemente venduti i lavori dell’artista digitale Pak. In conclusione si tratta quindi di un’interessante ultima frontiera per gli investimenti online che deve essere valutata con molta attenzione.