In ascesa le concessioni dei mutui nei primi mesi del 2014

di Gianni Puglisi Commenta

Dal mese di gennaio a quello di aprile, le circa 83 banche prese a campione dall'ABI, le quali detengono l'80 per cento del mercato, hanno erogato mutui per un totale di 7,3 miliardi di euro.


 In un post pubblicato in precedenza abbiamo visto che nel mese di maggio 2014 la domanda di prestiti in Italia è rimasta ancora bloccata rispetto ai valori passati, che non riescono a superare quel trend negativo che si è imposto nel nostro paese da un alto numero di mesi consecutivi.  A sottolinearlo è l’ABI, l’Associazione Bancaria Italiana, che ha recentemente rilasciato i dati relativi alla scorsa primavera. 

Ancora bloccata la domanda di prestiti nel mese di maggio 2014

Una diversa situazione, invece, si è verificata nel settore del credito sul fronte dei mutui, dove la domanda nel corso dei primi mesi del 2014 è tornata a salire e con essa sono salite anche le erogazioni di credito per famiglie e imprese.

Aumentano le domande di mutui nel mese di maggio 2014

L’ABI stessa ha infatti segnalato nel suo ultimo rapporto che nel corso dei primi quattro mesi del 2014 le erogazioni di mutui in Italia hanno subito un incremento del 26,5 per cento, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, dato che fa sperare in una possibile ripresa del settore che solo lo scorso anno viaggiava su numeri negativi.

Si sospetta quindi un punto di svolta nell’andamento economico. Dal mese di gennaio a quello di aprile, infatti, le circa 83 banche prese a campione dall’ABI, le quali detengono l’80 per cento del mercato, hanno erogato mutui per un totale di 7,3 miliardi di euro, mentre nel 2013 i soldi erogati nello stesso periodo avevano raggiunto soltanto 5,8 miliardi di euro, con un calo del 14,7 per cento rispetto ad un anno prima.

Sicuramente merito anche dei tassi, che sono al minimo dal mese di luglio 2011.