Home Banking: attenzione alle truffe

di Daniele Pace Commenta

Ormai tutte le banche dispongono di sistemi di gestione del conto corrente a disposizione del cliente.

Ormai tutte le banche dispongono di sistemi di gestione del conto corrente a disposizione del cliente. Certamente un mezzo molto semplice e comodo per gestire pagamenti, bonifici, e tutto quello che riguarda la gestione di un conto, direttamente da casa e senza doversi recare in agenzia, ma purtroppo, nonostante tutti i mezzi di difesa, se non si è attenti, si potrebbe essere vittima di hacker che riescono a violare i sistemi di sicurezza per svuotare il nostro conto. Ormai le truffe telematiche sono quotidiane, e quindi è sempre meglio prendere precauzioni, essere attenti a mail strane e virus vari. Generalmente i truffatori colpiscono soggetti deboli, inesperti e non conoscitori del mondo informatico. La truffa più comune è il phishing, ovvero la ricezione di mail del tutto simili a quelle della nostra banca in cui si chiede di aggiornare e confermare i propri dati entro brevissimo tempo per non vedersi cancellare il conto bancario. Una volta confermati, gli hacker avranno i dati di accesso al vostro conto, per poterlo svuotare. La banca infatti non manda mai questo tipo di richieste. Le truffe possono arrivare anche a fornire dei telefoni che corrispondono a falsi call center, per iniettare fiducia e risolvere falsi problemi segnalati nella mail. Anche gli sms sono usati per questo tipo di truffe. Poi ci sono i virus informatici spyware o trojan, programmi che si infilano nel nostro PC, magari scaricando altri file, e possono fornire i nostri dati agli hacker.