Genertel Moto in Viaggio: puoi sospendre la RC. Gratis…

di Gianni Puglisi Commenta


La motocicletta è stato e continua ad essere uno dei grandi amori di noi italiani. Anche la musica ha celebrato la passione per le due ruote, a cominciare dalla “10 hp” cantata da Lucio Battisti ne “Il tempo di morire” fino ad arrivare agli 883 (anche qui il richiamo ad una Harley) ed al cinquantino di “Un giorno così” passando per il primo Jovanotti, giovane rapper che si dichiarava alla (donna) amata cantandole “Sei come la mia moto”. E chissà quanti altri esempi esisteranno… Moto come grande amore italiano, quindi, ma anche come veicolo che – in quanto tale –  deve sottostare alle rigide prescrizioni del codice della strada. A cominciare dall’assicurazione. Quanto è spiacevole, però, “cavalcare” per pochi mesi all’anno e doverne pagare 12… Genertel lo sa, ed è per questo che ha creato “Moto in Viaggio”.

Una polizza RC pensata principalmente per quelli che usano la due ruote nel tempo libero, oppure durante le vacanze. “Sarebbe possibile ottenere una sospensione della tutela, quindi anche del pagamento, per il periodo in cui la moto rimane, gioco-forza, in garage in attesa che ritorni a far capolino il sole?”. Certo che sì, risponde Genertel, aggiungendo anzi che la sospensione della polizza, nel caso specifico di Moto in Viaggio, è gratuita.

Comprese nel pacchetto, ecco anche le possibilità di una garanzia battezzata “MiniKasko” sull’abbigliamento, “che offre una copertura completa dei danni subiti dalla tuta e dal casco anche in seguito all’urto con colpa con un altro veicolo” come leggiamo nel sito. E poi Assistenza in viaggio, fino all’opportunità di una Assistenza stradale estesa (carro attrezzi ed auto sostitutiva) in caso di necessità durante il viaggio. Ma c’è ancora di più: per chi ha già stipulato una polizza auto con Genertel, la classe di bonus/malus per la RC moto è identica sia sulle due che sulle 4 ruote.