Finanziamenti PMI: Time Out di MPS

di Gianni Puglisi Commenta


Si chiama “Time Out“, ed è un servizio che il Gruppo MPS, Banca Monte dei Paschi di Siena, ha lanciato nel 2009 nell’ambito di un più ampio pacchetto di interventi a sostegno delle piccole e medie imprese nella fase di più difficile della crisi finanziaria ed economica. “Time Out” nei giorni scorsi, in accordo con quanto riporta proprio il sito Internet di MPS, ha ottenuto la “Menzione Speciale Sostegno al Territorio” nell’ambito del “Premio per l’innovazione nei servizi bancari”. “Time Out“, infatti, interviene a sostegno delle PMI in difficoltà attraverso una moratoria sui pagamenti della quota capitale delle rate dei finanziamenti a medio e a lungo termine. La Menzione, nel corso del Forum Abi Lab, che si è tenuto a Milano, è arrivata in quanto “Time Out” è una misura arrivata in largo anticipo rispetto poi alla moratoria a favore delle piccole e medie imprese lanciata dall’Associazione Bancaria Italiana per contrastare proprio gli effetti della crisi finanziaria ed economica.

Con “Time Out”, il Gruppo MPS, Banca Monte dei Paschi di Siena, a fronte di un forte radicamento ed attenzione al territorio, ed in particolare al mondo produttivo, ha così permesso alle PMI di superare le fasi di temporanea difficoltà legate al calo degli introiti, delle esportazioni e/o del fatturato e di tutti gli altri indicatori economici e finanziari. Con “Time Out”, il Gruppo MPS ha permesso a ben ottomila aziende circa di ottenere la sospensione del debito a fronte di un controvalore complessivo pari a 2,6 miliardi di euro.

Per il sostegno alla crescita delle imprese ricordiamo come MPS sia in grado di proporre alle PMI un ampio ventaglio di prodotti per l’accesso al credito; dai finanziamenti partecipativi a quelli per la compensazione del Tfr, e passando per finanziamenti chirografari per le operazioni di aumento del capitale, ma anche per migliorare la struttura finanziaria e, quindi, il merito creditizio.