Facciamo l’assicurazione al ciclomotore: le polizze più convenienti

di Daniele Pace Commenta

Grazie ai comparatori ci metterete meno di un’ora per capire a chi rivolgervi, e queste sono le cinque polizze più convenienti in ottobre.

L’assicurazione del ciclomotore è, come tutti sanno, obbligatoria, e ultimamente anche abbastanza cara. Vale la pena quindi perdere un po’ di tempo per scegliere quella più vantaggiosa, anche perché il ciclomotore è ormai fondamentale in molte città italiane, piene di traffico, e soprattutto anche molto rubato dai ladri.

Oggi, grazie ad internet, non dovrete girare tremila agenzie per trovare la polizza migliore per assicurare il vostro scooter, e cambiare polizza risulta molto più comodo. Grazie ai comparatori ci metterete meno di un’ora per capire a chi rivolgervi, e queste sono le cinque polizze più convenienti in ottobre.

Le cinque polizze

La prima polizza che abbiamo rintracciato è quella di Genertel, con la Rc potrete far guidare il vostro ciclomotore a chi vorrete. Inoltre offre il risarcimento diretto per un massimale di 7.290 euro. Con il risarcimento diretto avrete subito i vostri soldi, e non dovrete aspettare, soprattutto nel caso doveste aver bisogno di ricomprarlo dopo un incidente. Infine, per questa polizza potrete chiedere anche la sospensione, specialmente in inverno, quando magari non avrete voglia di prendere freddo sulle due ruote.

Anche la Zurich Connect Responsabile di Zurich prevede il risarcimento diretto, e anche questa polizza prevede la possibilità di sospensione su richiesta. Il risarcimento diretto è immediato non appena tutta la documentazione di un sinistro è stata inviata all’assicurazione, ma in questo caso il massimale è molto più elevato, arrivando a più di sei milioni.

Però non potrete far guidare il vostro ciclomotore a chi vorrete, perché questa assicurazione copre il solo assicurato/conducente. Se non rispetterete questa clausola, potrete dire addio al risarcimento.

Con Linear avrete una polizza alle stesse condizioni della precedente, e le differenze sono sostanzialmente limitate. Potrebbe essere una scelta fatta sui dettagli, nel confronto con la Zurich.

Poi abbiano le polizze di Verti, la nuova assicurazione spagnola, che alza il massimale a 6,5 milioni a cui aggiungere 2.000 euro. Anche qui c’è il risarcimento immediato.

Infine Quixa, su cui si ritorna alla guida libera, senza obbligo di guida esclusiva per il conducente. L’assicurazione si avvicina molto alla precedente nella versione base, ma ha anche le opzioni Kasko, furto incendio e protezione del conducente.