Conto ricaricabile da Credem

di Gianfilippo Verbani Commenta

Il conto ricaricabile di Credem, è uno dei rapporti bancari più semplici ed economici dell’istituto di credito, rivolto a tutti coloro che desiderano poter disporre di un conto corrente pratico e flessibile. Vediamo allora quali sono le principali caratteristiche del rapporto di conto corrente in questione, e in che modo poter disporre di maggiori dettagli informativi sullo stesso.

Il conto ricaricabile è innanzitutto il conto che permette di azzerare il canone lasciando una piccola giacenza di conto e utilizzando i più semplici servizi bancari. Fondamentalmente, infatti, il canone mensile è pari a 4,95 euro, azzerabile canalizzando sul conto corrente lo stipendio e le principali utenze domestiche, e mantenendo un saldo medio di almeno 4 mila euro (vedi anche Mutuo Casa Tasso Variabile: Credem e la normalità ).
Per quanto concerne le ulteriori informazioni economiche, il costo delle operazioni è nullo per le prime 80. Le successive sono invece tariffate a quota 1,35 euro ciascuna.).

Ancora, i prelievi Bancomat sono tutti gratis su Credem, oltre a 12 prelevamenti gratuiti sulle altre banche. La carta di credito Ego è sempre gratis se utilizzata per più di 3.000 euro all’anno.

Sul fronte dei servizi transazionali, il prodotto di internet banking è gratuito se utilizzato: il canone non viene addebitato nel caso venga effettuato almeno un pagamento via Internet Banking registrato sul conto corrente principale nel semestre precedente l’addebito. In caso di non utilizzo il costo è di 6,50 euro al semestre addebitati in data 30/6 e 31/12.

La titolarità del conto corrente potrà inoltre permettere l’accesso a servizi di finanziamento come, ad esempio, quelli relativi ai prestiti personali o ai mutui, o ai servizi di investimento con l’accensione di un deposito amministrato (vedi anche Conto base da Deutsche Bank).

Per ottenere maggiori informazioni sul prodotto è possibile consultare i fogli informativi di trasparenza a disposizione presso qualsiasi filiale Credem e sul sito internet credem.it.