Alcune soluzioni di finanziamento per gli impianti fotovoltaici

di Gianfilippo Verbani Commenta

Ecco quali sono alcune proposte del momento per poter accedere ad un finanziamento per l'installazione di un impianto fotovoltaico. Anche in questo momento, infatti, molti istituti di credito permettono di aderire a prestiti a tassi convenienti o mutui appositamente dedicati.


In un post pubblicato in precedenza abbiamo visto come il Ministero dello Sviluppo Economico abbia pubblicato solo qualche giorno fa alcuni decreti attuativi che vanno a riscrivere le norme relative alla erogazione degli incentivi statali per gli impianti fotovoltaici. Questa serie di provvedimenti ha preso il nome di Spalma Incentivi e introdurrà diverse novità in materia, le quali avranno delle inevitabili conseguenze sul mondo dei prestiti dedicati all’energia. 

Nuove norme per gli incentivi del fotovoltaico

Ecco quindi quali sono alcune proposte del momento per poter accedere ad un finanziamento per l’installazione di un impianto fotovoltaico. Anche in questo momento, infatti, molti istituti di credito permettono di aderire a prestiti a tassi convenienti o mutui appositamente dedicati.

>  Prestiti per riqualificazione energetica dedicati al fotovoltaico

Una delle offerte sottoscrivibili al momento è ad esempio quella proposta da Credem, nome moto noto in ambito finanziario, che offre a tutti gli interessati un prestito chirografario, ovvero sottoscrivile senza l’aggiunta di alcuna garanzia, caratterizzato da una copertura integrale dei costi dell’impianto. Questa soluzione di finanziamento consente inoltre un pianto di ammortamento personalizzato con durata fino a 15 anni e un tasso applicato di tipo fisso o variabile.

La seconda offerta di finanziamento di questo periodo, invece, utilizzabile per l’installazione di un impianto fotovoltaico è quella proposta da Unicredit, il quale propone un prestito chirografario con cui si possono avere da 10 mila a 70 mila euro, con un piano di ammortamento compreso tra i 60 e i 120 mesi. Diverse sono anche le modalità di erogazione della somma richiesta: si può infatti accedere attraverso bonifico bancario, assegno o accredito su conto corrente.