Legge di bilancio: dalle assicurazioni il 2 per mille

di Daniele Pace Commenta

riscatto assicurativolegge di Bilancio approvata dal Governo prevede dei nuovi provvedimenti tra cui un prelievo sulle assicurazioni vita, del 2 per mille. Si tratta di un bollo sulle polizze rivalutabili a capitale garantito, ma sulle comunicazioni, che per il governo sono di una l’anno, almeno. Il bollo non è previsto per il rischio di morte e invalidità permanente.

Tra le altre novità che riguardano i prelievi, vi è la conferma definitiva della mini-cedolare sugli affitti a canone concordato, sempre del 10%. La norma doveva scadere a fine anno e invece ora sarà permanente. Novità anche sulla fatturazione elettronica che dal 1o gennaio diventerà obbligatoria anche per le transazioni private. I cittadini dovranno quindi “armarsi” dei necessari software, mentre per le aziende si abbassa il limite di verifica nella compensazione dei crediti con la PA. Da marzo questo è fissato a 5.000 euro.
Slitta invece l’Iri, l’imposta sul reddito, che partirà dal 2018, e sarà dunque calcolata, al 24%, sulle successive dichiarazioni dei redditi.
Nuove ipotesi poi sulle opere d’arte, per cui si stanno valutando due tipi di tassazione diversi. Si potrebbe cambiare l’Iva sulle transazioni, oppure tassare direttamente il profitto. Si sta valutando anche di applicare un 40% forfettario, ma la norma è ancora in alto mare.